Cosenza
 

Corigliano Rossano (Cs), i Verdi dicono ‘no’ al taglio dei parlamentari: “Difendere la democrazia”

"Con il referendum costituzionale del 20 e 21 settembre gli Italiani saranno chiamati alle urne per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale concernente le modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari. Abbiamo il dovere civico di difendere la democrazia per condurre un'esistenza libera e dignitosa nel nostro Paese, evitando di cedere ad una visione populista che mira a cancellare qualcosa di molto, molto importante: la Democrazia Parlamentare". Lo scrivono in una nota i Verdi–Europa Verde di Corigliano Rossano e il Comitato per il NO Calabria.

"Lottare per il NO - si legge ancora - equivale a dire "No" a una riforma costituzionale che rappresenterebbe un Indebolimento della sovranità popolare. Minare alla rappresentanza significa minare alla sovranità popolare. Se un Parlamento è in difficoltà va rafforzato riqualificato e non ulteriormente indebolito e marginalizzato.

Questa battaglia referendaria è la battaglia per la democrazia rappresentativa.

Giovedì 17 settembre, Verdi Europa in collaborazione con il comitato calabrese dei referendari del "No", saranno impegnati in un doppio appuntamento: alle h. 11:00 presso l'hotel Poseidon, Viale della Libertà, (A.U. Corigliano, Schiavonea) terranno una conferenza stampa sulle ragioni del "No contro la modifica Truffa". La conferenza sarà presieduta da:

Prof. S. Gambino, prof. Emerito di diritto pubblico.
Avv. G.B. Leonetti, referente Verdi;
Avv. Maria Salimbeni, presidente commissione statuto.
Successivamente, nel pomeriggio I temi della conferenza saranno approfonditi attraverso l'evento che si terrà nell'A.U. Di Rossano alle h:18:00 Via Scipione Caccuri, accanto alla libreria Mondadori, a cui si uniranno:
Alessia Alboresi, consigliere comunale;
Angelo Sposato, segretario regionale CGIL;
Angelo Broccolo, comitato 11 giugno;
Flavio Stasi, sindaco Corigliano Rossano