Cosenza
 

San Giovanni in Fiore (Cs), Straface: “Completati i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria per il decoro urbano”

"Abbiamo terminato con successo i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria che hanno ripristinato, accresciuto e notevolmente migliorato la qualità del decoro urbano nell'intero territorio comunale. Oggi la nostra città è più bella e vivibile, a misura d'uomo". E' quanto afferma l'assessore al decoro urbano, Leonardo Straface che dalla sua nomina ad assessore della Giunta Belcastro, poco più di due anni fa, ha dato vita – si legge in un comunicato stampa diffuso dall'amministrazione comunale - ad una vera e propria task force per ridare dignità al paesaggio urbano di San Giovanni in Fiore che aveva perso smalto e si era imbruttito.

"Quando ci siamo insediati – prosegue Straface – abbiamo trovato una città allo sbando, in cui regnava l'incuria ed il degrado, lo ricordano bene i nostri concittadini che recandosi al parco pubblico trovavano, quando andava bene, panchine sgangherate su cui sedersi e non avevano giochi su cui far divertire i propri figli. Ebbene, oggi i parchi pubblici di San Giovanni in Fiore, dal centro alla periferia, sono stati puliti, abbelliti e vi sono stati sistemati scivoli ed altalene funzionanti per i bambini. Ma non solo; anche altri luoghi simbolo della città sono stati interessati da lavori che hanno ridato agli stessi una immagine nuova, più bella ed accogliente. Mi riferisco, in particolare, alle tante fermate degli autobus, dove sono state installate pensiline nuove e protette, ed al piazzale Simet che, risistemato in tutte le sue parti, è stato intitolato alla felice memoria di Antonio Acri, figlio illustre ed amato della nostra cittadina".

"Potrei proseguire ancora a lungo- incalza l'assessore Straface - per esempio ricordando le criticità del nostro cimitero, dove, cinque anni fa, alle 12 suonava una campanella e i visitatori dovevano andare via, con le scalette ridotte a brandelli e le mura di cinta scrostate che abbiamo risistemato, abbellendole e mettendole in sicurezza e pitturando anche le ringhiere. Certo, c'era ancora tanto da fare. Il nostro, però, è un territorio esteso, tra i più estesi della Calabria e siamo partiti senza soldi, per il famoso dissesto finanziario che l'Amministrazione Belcastro ha risanato,senza alcuna organizzazione di uffici e personale e, soprattutto, con una situazione disastrosa, in cui incuria e degrado parlavano un linguaggio comune in tutta la città. Facendo il nostro dovere di amministratori, che hanno pensato solo a perseguire il bene pubblico, noi lasciamo una città più bella e più pulita, arricchita di nuovi arredi, e con una organizzazione in essere in cui è possibile mantenere il grado di decoro finalmente acquisito. Di ciò ringrazio gli uffici comunali, che hanno prestato sempre una collaborazione costante e proficua e, soprattutto, i lavoratori della ex legge 15, instancabili nel portare avanti il loro lavoro".

"Sono, pertanto, soddisfatto di quanto realizzato – conclude Leonardo Straface – Non è stato facile, nè era scontato. Ora ad altri il compito di fare di più e meglio".
San Giovanni in Fiore, lì 15/09/2020