Celluloide
 

Il calabrese Emiliano Barbucci vince il premio "Early Money Is Like Yeast" con Apulia Film Commission

Il calabrese Emiliano Barbucci è tra i vincitori della sezione INDUSTRY di IDS – Italian Doc Screenings, uno dei più importanti e consolidati mercati del documentario italiano, dedicato all'internazionalizzazione e all'alta formazione del settore. Una vetrina internazionale, un laboratorio, una fucina per il documentario italiano promossa da Doc/it - Associazione Documentaristi Italiani.

IDS Industry va online dal 4 al 6 marzo su www.italiandocscreenings.net. Diversi gli appuntamenti ad accesso gratuito, previo accreditamento attraverso il sito.

Quest'anno IDS Industry – grazie al sostegno di Apulia Film Commission – istituisce il Premio "Early Money Is Like Yeast", del valore di € 2.000,00, per sostenere lo sviluppo di un progetto che sappia declinare la storia e la cultura del territorio pugliese attraverso un respiro internazionale. Il Premio sarà assegnato il 4 marzo alle 10.30 durante l'evento di inaugurazione. A vincerlo Emiliano Barbucci per il progetto Non Mollare!. 8 settembre 2023. Gaetano Salvemini torna a casa, a Molfetta, per il suo 150esimo compleanno. È il ritorno dell'intellettuale dal lungo esilio, una sorta di Ulysses salveminiano lungo la sua lotta antifascista da Parigi, Londra, New York, Yale, Harvard. L'eredità di Salvemini è tutta da scoprire.

Nato a Reggio Calabria nel 1981, Emiliano Barbucci nel 2008 si laurea presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Cosenza, corso di laurea in Dams, concludendo gli studi con una tesi in Cinematografia documentaria. Collabora per due anni con la Cattedra del Prof. Cesare Pitto, ordinario di Antropologia culturale e Cinematografia documentaria presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università della Calabria, partecipando al progetto di ricerca "Prima mappa dell'insularità del Mezzogiorno: il mare, le isole, le comunità, la cultura, i trasporti e la comunicazione". La facoltà di Lettere e Filosofia dell'Unical gli riconosce per il biennio 2009-2010 il titolo di Cultore della materia in Discipline demoetnoantropologiche. Il suo primo lavoro da regista è il documentario etno-antropologico breve Forte più del mare, del 2009. Nel 2016 esce il suo primo lungometraggio Gramsci 44: il docufilm narra una pagina di storia che cambia per sempre la vita di un villaggio, Ustica, emarginata isola a nord di Palermo. Gramsci 44 è una produzione Ram Film con il contributo di Sicilia Film Commission. Dal 2013 lavora come direttore della fotografia in diverse produzioni italiane e internazionali. Attualmente sta lavorando alla fotografia di Il Veleno di Shu Aiello e Catherine Catella, prodotto da Bo Film.

IDS – Italian Doc Screenings è realizzato da DOC/it – Associazione Documentaristi Italiani, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo - MiBACT, di Apulia Film Commission e Regione Puglia, Film Commission Torino Piemonte, Fondazione Sardegna Film Commission, in collaborazione con ZELIG - School for Documentary, Television and New Media (ESoDoc), CNA, Premio Solinas, MedFilm Festival, Medimed, CPH:DOX. Dal 2019 DOC/it è affiliata a CNA Cinema e Audiovisivo. Partner tecnico RAI Documentari. Sponsor tecnico Laser Film. Premio Chit-Chat & Toast offerto da Associazione Puglia in Rosé.