Catanzaro
 

Catanzaro Lido, associazione "Amici del Porto" chiede accesso agli atti e incontro con Prefetto

L'Associazione "Amici del Porto", che svolge attività connesse con l'utilizzabilità e fruibilità del Porto di Catanzaro Lido ed è portatrice di interessi diffusi e collettivi, ha indirizzato - tramite l'avvocato Francesco Pitaro un'istanza di accesso agli atti con richiesta di informativa da parte del Comune di Catanzaro e di un incontro, dinanzi al Prefetto, in merito alle questioni concernenti l'infrastruttura portuale.

Con l'istanza - rivolta al Sindaco della città, alla Regione, al Prefetto e al Ministero dell'Ambiente - i componenti dell'Associazione chiedono: a) che il Comune di Catanzaro, in merito al blocco e all'attuale inutilizzabilità dei pontili, voglia far visionare e trasmettere copia degli atti politico/amministrativi adottati al fine di sbloccare i pontili de quibus e al fine di rendere i pontili e, conseguentemente, il porto di Catanzaro Lido utilizzabili e servibili e fruibili; b) che il Comune, in merito al finanziamento di 20 milioni di euro, ad oggi non utilizzato, voglia far visionare e trasmettere copia degli atti politico/amministrativi adottati con riferimento al rilascio della VIA e con riferimento ad ogni altro aspetto relativo al detto finanziamento necessario per completare il porto, nonché ogni altro atto adottato dall'Amministrazione comunale diretto a poter effettivamente disporre del finanziamento de quo; c) che il Comune renda un' Informativa, con riferimento all'attuale inutilizzabilità dei pontili e al finanziamento di euro 20 milioni, da trasmettere anche al Prefetto di Catanzaro oltre che agli istanti, da cui possa cogliersi lo stato di fatto attuale del porto e dei pontili e le iniziative politico/amministrative e gli atti, adottati e adottandi, diretti a sbloccare i pontili al fine di rendere i pontili e il porto utilizzabili e funzionanti e fruibili e al fine di ottenere la disponibilità del finanziamento di 20 milioni di euro per il completamento del porto, indicando anche i tempi presumibili entro cui i pontili potranno essere di nuovo servibili ed utilizzabili, nonché i tempi presumibili entro cui il Comune potrà ottenere la disponibilità del finanziamento ed i tempi presumibili entro cui la città di Catanzaro potrà finalmente godere di un porto completo e definitivo che favorirà lo sviluppo economico e turistico del capoluogo; e) che il Prefetto di Catanzaro, alla luce della gravità della situazione e della inutilizzabilità di una infrastruttura che, così com'è, inibisce lo svolgimento di attività commerciali e incide negativamente sulla crescita economica e turistica, e alla luce del fatto che tutto ciò può determinare il sorgere di questioni di ordine pubblico, voglia prontamente intervenire, nell'esercizio delle sue tipiche prerogative e competenze, chiedendo che il Comune renda un'informativa sulla inutilizzabilità del porto e dei pontili e sullo stato di fatto attuale del porto e sugli atti adottati e adottandi dal Comune di Catanzaro, al fine di rendere i pontili e il porto utilizzabili (con indicazione anche dei tempi) e sugli atti adottati e adottandi al fine di poter disporre del finanziamento di euro 20 milioni e sui presumibili tempi per il completamento del porto, nonché, nell'esercizio delle sue tipiche prerogative, voglia adottare ogni atto ritenuto necessario ed opportuno per fare chiarezza sulla detta infrastruttura e per capire le ragioni della sua attuale inutilizzabilità e per rendere il porto e i pontili prontamente fruibili ed utilizzabili e servibili; f) che il Prefetto di Catanzaro voglia fissare un incontro, in merito alla questione, al quale convocare una delegazione degli istanti, i rappresentanti del Comune di Catanzaro, della Regione Calabria e del Ministero dell'Ambiente, nonché ogni altro soggetto la cui partecipazione sia ritenuta necessaria al fine di avere il quadro completo ed ogni chiarimento in merito a quanto sta accadendo con riferimento all'infrastruttura portuale.

Nella stessa istanza firmata dai componenti l'Associazione, si chiede che il Ministero dell'Ambiente, in merito al finanziamento di euro 20 milioni, voglia trasmettere copia degli atti adottati dal Comune di Catanzaro e dallo stesso Ministero diretti a rendere il finanziamento de quo effettivamente disponibile anche con riferimento al rilascio della VIA con contestuale indicazione dei tempi necessari al rilascio della VIA.

In ogni caso, nell'istanza di accesso agli atti e di un incontro urgente, l'Associazione, in merito a tutti gli ingiusti danni derivanti dalla inutilizzabilità ed inservibilità dei pontili e del porto, imputabili alla condotta omissiva e inadempiente e negligente del Comune di Catanzaro, di ricorrere all'Autorità Giudiziaria al fine di ottenere il risarcimento dovuto.

I Democratici e Progressisti Metropolitani incontrano Brunetti: <<Sì ad azzeramento Giunta Comunale.

Serve rilanciare sui temi del lavoro, servizi essenziali e sviluppo della Città>>.

Nella mattinata odierna, una delegazione del Gruppo Democratici e Progressisti Metropolitani, formata dal Capogruppo Avv. Mario Cardia e da Nino De Gaetano, ha incontrato il Sindaco f.f. Brunetti.

In rappresentanza del Gruppo - di cui sono componenti in Consiglio Comunale, oltre Mario Cardia, i consiglieri Marcantonino Malara, Filippo Burrone e Giuseppe Nocera - la delegazione ha rappresentato al Sindaco f.f. Brunetti l'assoluta necessità di rilanciare l'azione politica ed amministrativa in Città, ponendo al centro della discussione i temi del lavoro, dell'erogazione dei servizi essenziali ai cittadini e dello sviluppo della Città, attraverso il PNRR ed i finanziamenti europei.

Il Gruppo Democratici e Progressisti Metropolitani ha offerto al Sindaco f.f. Brunetti la disponibilità a contribuire in modo costruttivo al superamento di questa fase delicata per la Città, che potrà ripartire solo attraverso un azzeramento totale della Giunta Comunale, con riserva di discutere all'interno della successiva interpartitica anche dei temi relativi alla Città Metropolitana.

Nell'ambito di una discussione cordiale ma chiara, il Gruppo Democratici e Progressisti ha ribadito la necessità che la politica ed i partiti governino con autorevolezza questa fase e quelle che seguiranno per il bene della Città e senza abdicare al proprio ruolo, ponendo al centro di ogni decisione il servizio ai cittadini, al bene comune, agli ultimi, alle fasce di popolazione più deboli ed alle famiglie in difficoltà.

In tal senso, i Democratici e Progressisti Metropolitani hanno proposto l'istituzione di una Cabina di Regia, formata dal Sindaco f.f. e dai Capigruppo, che si riunisca periodicamente assieme ad associazioni, sindacati, istituzioni, terzo settore e realtà rappresentative della Città, in modo da condividere in modo quanto più ampio possibile le scelte importanti per il futuro della Città.

In particolare, sul tema del lavoro, la delegazione ha espresso l'esigenza di avviare una stagione nuova, che possa dare risposte concrete ai giovani, ai precari, ai disoccupati, agli imprenditori in difficoltà ed a quanti hanno deciso di restare ed investire a Reggio Calabria, partendo dall'interno della macchina burocratica comunale, che dovrà essere immediatamente rinnovata attraverso l'indizione dei concorsi per il reclutamento del personale e l'aumento delle ore delle risorse umane di recente stabilizzate.