Catanzaro
 

Regionali, Pisano: “Catanzaresi diano rappresentanza al proprio territorio”

"C'è un pericolo concreto per Catanzaro, e quindi per l'intera Calabria: che la città capoluogo di Regione non sia rappresentata in Consiglio regionale. Ci sono accordi strani che si stanno stringendo al di sopra e alle spalle degli elettori catanzaresi: più si stringono accordi e più veno meno la libera scelta degli elettori di questa città, costretti a portare acqua al mulino delle altre realtà cittadine e territoriali in nome di strategie poco limpide al servizio degli interessi di partito. Per questo l'invito che mi sento di rivolgere a tutti gli elettori di Catanzaro, del mio schieramento ma anche degli altri è: votate catanzarese, votate catanzaresi. Immaginate un tavolo dove si decide il futuro del nuovo Ospedale, dell'Università, o dove e come reperire Fondi strutturali e così via. Chi ci rappresenterà nei tavoli decisionali? Come verrà gestita la distribuzione delle risorse? Il potere politico lontano dal sentire comune rischia di sovvertire la storia sociale e culturale di una popolazione che merita ben altri riconoscimenti di quanti ci hanno apportato l'inerzia degli illustri "mai visti" e "mai sentiti", che siedono tra i banchi di Camera e Senato. Quanto ci costerà in termini elettorali e, soprattutto economici e sociali, continuare con lo stesso metodo che esclude la città centrale della Calabria dalle scelte decisive? Il peso di manovre scellerate ricadrà sulle spalle dei catanzaresi. Sul tessuto economico e imprenditoriale della città, ma anche sulla qualità di vita di tutti noi. Solo i miopi e gli ipocriti possono fare spallucce. Meditate, catanzaresi, meditate, perché se cresce Catanzaro cresce la Calabria".

Lo dichiara Giuseppe Pisano, capogruppo di Catanzaro con Sergio Abramo.