Catanzaro
 

Dante giurista: il lancio di un lungo ciclo di eventi a Catanzaro

Prende avvio, domani, mercoledì 10 Marzo, il ciclo di seminari e di studi "La legge del contrappasso, oggi: i meccanismi pubblici della vendetta privata", attivato presso il corso di "Multiculturalismo e storia delle religioni" all'interno del corso di laurea in Sociologia dell'Università Magna Graecia di Catanzaro.

Un ampio parterre di giuristi, operatori sociali e storici si misura con l'eredità di Dante a settecento anni dalla morte, attualizzando criticamente uno dei profili insieme più radicati e originali dell'etica dantesca applicata alla Divina Commedia. Dalla nozione di contrappasso ci si muove in prospettiva interculturale e schiettamente giuspositivistica per riscontrare nelle diverse civiltà giuridiche che peso abbia il "contrappasso" nell'esecuzione della pena e per valutare profili problematici del diritto vigente.

Il primo appuntamento si svolge al seguente link su piattaforma Google Meet, su https://meet.google.com/ggx-bbtn-fri?hs=224,

e vedrà la presentazione dell'ultimo volume di Giancarlo Anello, "L'Uomo abitato da Dio. Chassidismo e giustizia", per i tipi del Melangolo di Genova. Dopo i saluti introduttivi del professor Geremia Romano, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Sociologia, e dell'avvocato Antonello Talerico, presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Catanzaro, seguiranno, alla presenza dell'Autore, le relazioni dell'avvocato Gabriele Farri, amministrativista del Foro di Parma e storico del diritto, e di Domenico Bilotti, titolare del corso sul Multiculturalismo e docente dell'Ateneo catanzarese.

"La legge del contrappasso, oggi: i meccanismi pubblici della vendetta privata" avrà 14 seminari da domani fino al 6 Maggio e ben sei d'essi hanno ottenuto l'accreditamento presso l'Ordine professionale per la formazione obbligatoria (tre crediti ad evento). Negli altri otto appuntamenti, c'è spazio per temi e seminari sul dialogo interreligioso, sulla storia dei movimenti collettivi, sull'intercultura e sulla trattazione storica nel vissuto calabrese e non solo.