Catanzaro
 

Coronavirus a Lamezia, Fittante: “Provvedimenti del Comune inadeguati”

"Le notizie preoccupanti sulla diffusione in Città del coronavirus non trovano riscontro in provvedimenti adeguati che il Comune di Lamezia dovrebbe mettere in campo. Intanto intervenendo sulle sedi dei propri servizi centrali e decentrate. Non risulta che si provveda almeno giornalmente alla sanificazione dei servizi interni agli edifici del Comune frequentati, oltre che dai dipendenti verso i quali è doveroso provvedere alla loro protezione, da centinaia non solo da lametini, che usano gli ascensori, le scale, i corridoi entrando e uscendo dagli uffici.

"Circola in Città la notizia incredibile di un comportamento inaccettabile degli amministratori teso a nascondere ciò che si è già verificato - vedi per ultimo la Biblioteca Civica - e a evitare di assumere i necessari provvedimenti di prevenzione. Una sorta di "foglia di fico" per nascondere le verità sulla situazione della Città e del suo livello di pericolosità che richiederebbe l'assunzione di provvedimenti efficaci e non richiami ai dipendenti che, giustamente, segnalano situazioni e richiedono interventi conseguenti.
Non conosco quali iniziative i sindacali hanno assunto in proposito. Penso che se finora non lo hanno fatto, devono mettere in atto iniziative a difesa dei dipendenti comunali e dei cittadini che frequentano i servizi dell'Ente facendo emergere le responsabilità dell'Amministrazione".

Lo afferma, in una nota, l'ex parlamentare Costantino Fittante.