Libri di testo scuole primarie, a Catanzaro pubblicato avviso per la distribuzione delle cedole per l'acquisto a costo zero per le famiglie

Venerdì 7 agosto il settore Pubblica istruzione ha pubblicato un avviso in cui si spiega che sono in corso di distribuzione le cedole, dal valore complessivo di 140mila euro, per l'acquisto gratuito dei libri di testo delle scuole primarie. Nell'avviso, nel quale sono contenute anche le 11 librerie accreditate, si specifica che non è prevista alcuna spesa per i 3.958 aventi diritto. Modalità di erogazione, questa, che viene rinnovata di anno in anno con fondi interamente comunali. In tutta Italia avviene nello stesso modo.

L'accreditamento delle librerie catanzaresi è un passaggio che viene fatto per garantire proprio gli esercenti del territorio comunale.

In merito a presunte trattative con una delegazione di librai, si specifica che l'unico dialogo è nato in seguito alla comunicazione, inoltrata al settore Pubblica istruzione dai librai, con la quale si informava che gli stessi librai avrebbero chiesto una cauzione agli aventi diritto per la consegna dei libri di testo della scuola primaria. A tale comunicazione il settore ha risposto che una modalità del genere non è prevista dalla legge.

In base alla normativa, si ripete, le famiglie acquisiscono i libri tramite le cedole, i librai fatturano e il Comune paga in seguito. L'iter previsto dalla legge è questo e va attuato, mentre nel rimborso delle cedole ai librai relativo allo scorso anno scolastico si specifica che l'amministrazione sta rispettando i tempi previsti.

Quanto all'erogazione dei buoni libro per le scuole secondarie, medie e superiori, l'amministrazione ha approvato un bando, condiviso dalla Regione, che prevede il contributo diretto alle famiglie. In base a questo bando, le famiglie potranno acquistare i testi, sempre nelle librerie accreditate e verranno poi rimborsati non appena la Regione accrediterà al Comune i fondi.

Creato Sabato, 08 Agosto 2020 14:14