Tutela dell’Ambiente, rinnovato accordo tra CCIAA Catanzaro, Albo Gestori Ambientali e Noe calabresi

È stato rinnovato questa mattina, nel corso di un'apposita riunione tra le parti interessate, il protocollo di intesa tra l'Albo Nazionale Gestori Ambientali, la sezione calabrese dello stesso Albo, la Camera di Commercio di Catanzaro ed i reparti calabresi dei Nuclei Operativi Ecologici dei Carabinieri per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità in materia ambientale. All'incontro, dall'alto valore simbolico oltre che pratico, ha partecipato, telefonicamente perché impegnato in una riunione di Giunta, anche l'assessore regionale all'Ambiente Sergio De Caprio. Il Comitato Nazionale dell'Albo Gestori Ambientali, tramite la Sezione Regionale della Calabria, continuerà a quindi mettere a disposizione dei Nuclei Operativi Ecologici della Calabria, il proprio patrimonio informativo in materia ambientale, concedendo l'accesso alla banca dati dell'Albo, per finalità di contrasto ai fenomeni criminali, attraverso l'uso dell'applicazione "FDA Smart – l'APP della Fruibilità Dati Albo" di Ecocerved Scarl (società consortile del sistema italiano delle Camere di Commercio che opera nel campo dei sistemi informativi per l'ambiente). L'app consente di interrogare puntualmente l'archivio dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali mediante l'indicazione del codice fiscale dell'impresa e l'indicazione della data di riferimento per l'estrazione dei dati. Il sistema consente in questo modo di poter verificare quanto autorizzato dalle Sezioni Regionali dell'Albo ad una certa data. È possibile quindi esaminare i dati anagrafici dell'impresa, i legali rappresentanti, i responsabili tecnici, le categorie, i mezzi ed i CER (Codici Europei dei Rifiuti) autorizzati, nonché richiedere la produzione di una visura ordinaria o con la storia delle modifiche. Il servizio consente inoltre di consultare, per le imprese iscritte all'Albo, la Banca Dati nazionale delle Dichiarazioni MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale istituito dalla Legge n. 70/1994), esponendo l'elenco delle dichiarazioni relative ad almeno gli ultimi 5 anni presenti nell'archivio, relativamente a tutte le unità locali identificate dal codice fiscale dell'impresa in esame. La Camera di Commercio di Catanzaro - sede dell'Albo Regionale Gestori Ambientali della Calabria - collaborerà inoltre con i Nuclei Operativi Ecologici della Calabria, attraverso analisi ed elaborazioni realizzate a partire dal proprio patrimonio informativo, a supporto delle attività di pianificazione, monitoraggio e vigilanza in materia di rifiuti avviate dalle varie amministrazioni coinvolte. Inoltre, in attuazione del Protocollo d'Intesa, verranno realizzate azioni di formazione a favore degli Enti di Controllo firmatari, sugli adempimenti dell'Albo e sui registri ambientali di competenza delle Camere di Commercio che hanno rilevanza in tema di controlli locali, al fine di fornire un quadro esaustivo: normativa e adempimenti dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali; novità D.M. 120/2014 e relative deliberazioni attuative; applicazione dei procedimenti disciplinari di competenza delle Sezioni dell'Albo; analisi dei provvedimenti autorizzativi emessi dalle Sezioni regionali; utilizzo del sistema di Fruibilità Dati Albo: «Il rapporto di sinergia e collaborazione con le Forze dell'Ordine votato al contrasto ad ogni forma di illegalità rappresenta per la Camera di Commercio di Catanzaro una missione strategica e necessaria. Il rinnovo di questo protocollo, la convenzione sottoscritta nei giorni scorsi con la Questura di Catanzaro sulla piattaforma REX e ogni altra operazione che possa mettere in sicurezza il tessuto economico locale è una misura il cui impatto positivo non può che riflettersi sulla competitività aziendale, sulla redditività delle imprese e dunque sullo sviluppo socioeconomico del territorio», ha sottolineato il presidente dell'Ente camerale Daniele Rossi. «Il lavoro portato avanti con perizia e serietà dalla sezione calabrese dell'Albo Gestori Ambientali, coordinato con capacità da Raffaella Gigliotti, è senza dubbio ai più alti standard qualitativi a livello nazionale. E non certo perché l'attività in Calabria sia più semplice che in altre realtà, anzi proprio la Calabria, in tema di rischio di infiltrazioni criminali nello smaltimento dei rifiuti è una regione per la quale è richiesto un supplemento di capacità e di attenzione. Da presidente della sezione calabrese, quindi, sono più che orgoglioso di poter sottoscrivere nuovamente il protocollo di oggi che testimonia, una volta di più, l'apertura verso la sinergica collaborazione con le Forze dell'Ordine nell'ottica di una sempre più precisa azione di contrasto all'illegalità e di sostegno alle imprese sane del territorio», ha detto Francesco Viapiana. «Proficua e utile» è stata poi definita dal comandante del Noe di Reggio Calabria, Ten. Col. Alfio Raciti, la collaborazione sin qui portata avanti sulla scorta del medesimo protocollo siglato l'anno scorso, frutto di un rapporto «fatto di continuo confronto e supporto reciproco creatosi anche grazie alle competenze e alle disponibilità personali dei componenti della struttura. Circostanza, questa, che ha reso ancor più denso di contenuti un protocollo di intesa che già di per sé ha costituito per noi uno strumento di particolare importanza e rilievo nell'attività quotidiana di controllo del territorio». Prima della sottoscrizione dell'accordo, è intervenuto telefonicamente anche l'assessore De Caprio, congratulandosi per il rinnovo della collaborazione e sottolineando come la condivisione «delle informazioni e dei dati vuol dire andare verso la trasparenza, verso l'efficienza della prevenzione e quindi tutelare in maniera migliore la sicurezza ambientale dei cittadini». De Caprio ha poi chiuso con un auspicio: «Spero – ha detto – che presto potremo incontrarci per migliorare il coordinamento tra le forze che si battono per la legalità e il bene della Calabria». Oltre ai già citati Rossi, Viapiana e Raciti, ha sottoscritto il protocollo il Maresciallo Maggiore Giuseppe Nisticò, per conto del Comando provinciale del Noe Catanzaro guidato dal Capitano Dario Girolamo Russo.

Il documento sarà siglato anche dal presidente nazionale dell'Albo Gestori Ambientali Eugenio Onori, al quale i limiti imposti dall'emergenza sanitaria agli spostamenti hanno impedito di essere presente all'incontro odierno. Hanno partecipato alla riunione anche il segretario della sezione calabrese dell'Albo Gestori Ambientali Raffaella Gigliotti e i componenti Mauro Sorbelli (in rappresentanza del Ministero dell'Ambiente), Claudio Carravetta (in rappresentanza di UPI Calabria) e Vincenzo De Matteis (in rappresentanza della Regione Calabria).

Creato Venerdì, 07 Agosto 2020 12:46