Catanzaro, Cufari (SLP CISL): "Rischio pericolosi assembramenti presso gli uffici postali"

A lanciare l'allarme è Francesco Cufari, Segretario provinciale SLP CISL di Catanzaro, il sindacato dei lavoratori postali maggiormente rappresentativo in Azienda, punto di riferimento di centinaia di lavoratori in Provincia.

Spiega il Segretario: "In questo drammatico momento di emergenza sanitaria mondiale, siamo fortemente preoccupati per la salute dei lavoratori che rappresentiamo, i quali ogni giorno, tra mille contraddizioni e difficoltà, cercano di assolvere il loro compito, assicurando alla cittadinanza un servizio essenziale che, il più delle volte, li vede esposti a rischio di contagio.

--banne--

Fin dall'inizio, incessante è stato il lavoro svolto a tutti i livelli dalla propria Organizzazione Sindacale per porre rimedio agli evidenti limiti nella gestione di tale emergenza da parte dell'azienda, al fine di garantire il rispetto di quanto indicato nel protocollo condiviso tra Governo e Parti Sociali per il contrasto della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro. In particolare, incalzante è stato il nostro lavoro per riuscire a garantire la sanificazione dei locali e la dotazione di sapone e gel per la sanificazione delle mani; per dotare i colleghi dei previsti DPI (dispositivi di protezione individuale) quali mascherine e guanti, ed, infine, il montaggio di pannelli di protezione in plexiglass negli uffici con layout aperto ove è impossibile garantire la distanza interpersonale di un metro, indicata per evitare la diffusione del contagio.

In questi giorni, desta particolare apprensione il rischio di assembramenti che si potrebbero verificare nei pressi degli Uffici Postali in vista dell'imminente pagamento delle pensioni, ragion per cui abbiamo segnalato anche al Prefetto di Catanzaro e alla locale ASL la nostra preoccupazione, auspicando un loro coinvolgimento, al fine di gestire al meglio le situazioni di rischio per evitare il diffondersi del contagio. Ancora ad oggi, ci segnalano i lavoratori, che troppa gente si reca presso gli Uffici Postali per operazioni non essenziali. E' giunto il momento di interagire e cooperare, mettendo insieme tutte le energie per il superamento di questa fase complessa".

Il Segretario si complimenta per il lavoro fin qui svolto dall'Organizzazione, anche attraverso l'opera della rappresentanza RRLLSS che, nonostante il mancato coinvolgimento aziendale, ha svolto fino ad oggi brillantemente il proprio compito al servizio della categoria, pretendendo di collaborare attraverso i protocolli condivisi dal Governo e dalle Parti sociali.

Infine, rivolge un caloroso appello a tutti i cittadini affinché si rechino presso gli Uffici Postali solo per operazioni urgenti e indifferibili, cogliendo l'occasione per ringraziare tutti i lavoratori per il grande senso di appartenenza alla Categoria e per l'alto senso del dovere dimostrato in questa emergenza sanitare di portata mondiale.

Creato Mercoledì, 25 Marzo 2020 15:36