Catanzaro
 

Porto di Catanzaro, sopralluogo di Abramo

Il porto di Catanzaro prende definitivamente forma. Al momento, sono centodieci le imbarcazioni ormeggiate ai pontili creati per l'attracco. E ci sarà anche un circolo velico all'interno del porto, già finanziato dal Coni grazie al bando promosso lo scorso febbraio per la realizzazione, rigenerazione e completamento di impianti sportivi. Il sindaco Sergio Abramo, accompagnato dall'assessore e dal dirigente del settore patrimonio, Filippo Mancuso e Andrea Adelchi Ottaviano, ha effettuato un sopralluogo per fare il punto sui lavori.

"Volevo che si vedesse – ha detto il primo cittadino – che la parte che maggiormente interessa, per la sua utilità, i cittadini è terminata. Le barche, infatti, hanno ormai trovato la loro giusta collocazione. L'opera che si attendeva da trent'anni è quasi realtà, i venti milioni che attendiamo dalla Regione serviranno a dare completezza a un'infrastruttura che ha, comunque, già un volto".

Abramo ha dichiarato che "Catanzaro è tra i 183 progetti inseriti nel piano degli interventi infrastrutturali che saranno realizzati attraverso il fondo "Sport e Periferie".

Il piano pluriennale – presentato dal presidente del Coni Giovanni Malagò e dal presidente del Consiglio Matteo Renzi – prevede un investimento complessivo di 100 milioni nel triennio 2015-2017. In totale sono giunte 1.681 proposte per oltre 1 miliardo e 300 milioni di euro di richieste di contributo, selezionate da un comitato indipendente. Delle 1.681 proposte pervenute, le 183 selezionate su tutto il territorio nazionale rappresentano tutte le discipline.

"L'iter burocratico – ha spiegato il sindaco - prevede ora che la presidenza del Consiglio dei ministri approvi il Piano in via definitiva, per poi passare alla fase esecutiva. Per il Comune di Catanzaro sono previsti contributi per circa 820mila euro, a finanziamento di un importante intervento all'interno del porto di Catanzaro Marina per la realizzazione di un centro vela solidale per l'addestramento sportivo accessibile agli sport del mare, intervento dal valore complessivo di 890mila euro, dei quali € 820mila a valere sul fondo sport e periferie ed € 70mila con fondi comunali".

Il progetto prevede la realizzazione di una "Casa Solidale della Vela" fronteggiante la banchina di riva, con aule didattiche, spogliatoi, spazi relax, cala vele e attrezzeria, depositeria-officinetta, uffici e palestra, inoltre alcuni pontili galleggianti, con specifiche facilities dedicate all'imbarco/sbarco delle persone con ridotta mobilità e attrezzature sportive.

"L'inserimento dell'intervento di Catanzaro – ha commentato Abramo - testimonia il segno dell'attenzione che l'Amministrazione pone sulla riqualificazione e implementazione sia dell'impiantistica sportiva sul nostro territorio sia dell'impegno a qualificare nel migliore dei modi possibili la risorsa turistico-ambientale del nostro territorio. Inoltre, conferma la validità che i progetti non faraonici possono essere concreti e immediatamente realizzabili. Ne è prova il fatto che questa Amministrazione ha fatto tutto il possibile affinché, anche durante l'esecuzione di lavori all'interno del porto stesso, sia stato possibile sia lo svolgimento di importanti manifestazioni internazionali sia la realizzazione di pontili galleggianti per consentire un uso collettivo ad un'infrastruttura portuale turistico-peschereccia da troppo tempo negletta".

"Non un intervento spot – ha concluso il primo cittadino - ma un ulteriore tassello organico ad accrescere l'offerta in tutta la città, per la quale questa Amministrazione sta investendo in maniera consistente su un settore in cui la città sconta un grosso gap con le altre città competitor calabresi".