Calcio
 

Reggina, segnali per Bonazzoli e si aspetta Sosa

di Paolo Ficara - Ha destato stupore, la presenza di Emiliano Bonazzoli oggi al Sant'Agata. In realtà il centravanti si trova in città già da qualche giorno, aveva già iniziato ad usufruire del centro sportivo per allenarsi, ma solo adesso è sceso sullo stesso campo della prima squadra. L'allenamento è stato rigorosamente a parte, anche perché il buon Emiliano rimane tra i fuori rosa. C'è stato un incontro col presidente Foti, in cui gli è stata proposta l'ennesima decurtazione dell'ingaggio.

Al momento, Bonazzoli non ne vuole sapere. Solo il tempo dirà se le parti si verranno incontro, e l'allenamento concesso sul campo principale può essere un segnale distensivo. D'altronde, se l'ariete non ha richieste e la Reggina non trova un centravanti migliore, a chi conviene la separazione in casa?

Ore decisive per il futuro di Christian Sosa. L'incontro col suo rappresentante Pablo Betancourt è stato spostato a domani. L'impresario uruguagio non sembra convinto della trattativa: "con la Reggina non sto parlando di Sosa, il giocatore è ambito da Padova e Cittadella", ha affermato al telefono. Potrebbe essere un bluff, forse utile ad inserire nella trattativa anche il centravanti Aneff, sul quale la Reggina forse non ha più grosso interesse. Oppure potrebbero esserci problemi di tesseramento, dato che il Taranto non ha mai pagato il cartellino di Sosa al Defensor Sporting, sua squadra di provenienza.

Infine, la Pro Patria ha respinto un'offerta della Reggina per il fantasista Luca Giannone. Proposto il prestito oneroso con diritto di riscatto. I dirigenti bustocchi vorrebbero alzare la richiesta, ma difficilmente verranno accontentati.