Calcio
 

La Reggina si spegne dopo un tempo: prima vittoria della Cremonese al "Granillo", 1-2

giacchettataibidi Paolo Ficara - Squadra da trasferta. Gli ultimi risultati sembrano parlare chiaro per la Reggina, che dopo aver sbancato Cosenza rientra al "Granillo" e cede in casa alla Cremonese. Prima storica vittoria per i grigio rossi a Reggio Calabria, in rimonta dopo l'iniziale vantaggio di Montalto al 30'. Gli amaranto crollano nella ripresa: Turati tiene in piede i compagni, sventando un rigore di Fagioli, ma poi nulla può sul sinistro di Buonaiuto al 56' nonché sul tap-in del fresco Gaetano al 63' sugli sviluppi di un corner.

LE SCELTE – Aglietti vara una formazione abbastanza simile a quella che ha espugnato Cosenza. Liotti abbassato in difesa, in virtù della squalifica di Di Chiara. Hetemaj preferito a Bianchi a metà campo. Laribi trova posto inizialmente a destra, dai suoi piedi partiranno i principali pericoli nonché i rifornimenti per le punte Galabinov e soprattutto Montalto. Pecchia sceglie il 4-3-3 e lascia inizialmente in panchina il fluidificante mancino Valeri, salvo proporlo ad inizio ripresa: sarà la mossa decisiva.

PRIMO TEMPO A SENSO UNICO – Una sforbiciata di Montalto ed una traversa colta di testa da Stavropoulos, entrambi su invito di Liotti, sono il preludio al gol. Laribi, mai così ficcante, dopo un paio di buone giocate ad inizio match piazza il cross perfetto al 30': incornata centrale di Montalto, Carnesecchi è bucato. Primo tempo straripante da parte amaranto, quasi tutti sopra la sufficienza. Cionek è l'autore di due sbavature: il polacco è l'unico a non sembrare nella sua giornata, ce ne si accorgerà soprattutto nella ripresa.

LE MOSSE DI PECCHIA – All'intervallo la Cremonese chiama fuori un evanescente ed acciaccato Di Carmine, dentro Ciofani e non mutano le caratteristiche. Ma Pecchia concede spazio anche al terzino sinistro Valeri, sposta Crescenzi sul versante opposto e verrà subito ricompensato. Proprio il fluidificante si fa trovare in profondità su punizione battuta rapidamente da Castagnetti, non lo insegue nessuno e Cionek va a chiuderlo in area fuori tempo. È rigore, ma al 50' dal dischetto Turati vola alla propria sinistra per dire di no a Fagioli. Non è l'unica prodezza dell'estremo difensore, chiamato ad un intervento ancora più difficile pochi minuti dopo su Ciofani.

BARICENTRO BASSO – La Reggina è ormai alle corde, il baricentro è basso e la Cremonese viene attesa praticamente all'interno dell'area di rigore. Buonaiuto e Fagioli non vengono affrontati all'interno dell'area, tengono palla finchè Castagnetti non smarca proprio Buonaiuto al limite: sinistro velenoso, stavolta Turati è battuto al 56'. Pecchia la vuole vincere e mette la mezzala offensiva Gaetano al posto del pari ruolo Valzania ma aumentando la qualità: il ragazzo di proprietà del Napoli lo ripaga immediatamente, sfruttando la sponda di Okoli su corner battuto da sinistra per mettere in rete da mezzo metro al 63'.

SOLO CORTINOVIS – Ai padroni di casa manca una reazione convincente, anche dopo lo svantaggio. Aglietti punta sulla qualità di Cortinovis, Rivas e Menez per scardinare i grigiorossi ormai chiusi a doppia mandata, ma leva dal campo Laribi, Montalto e Liotti che avevano creato parecchie apprensioni agli avversrai nel primo tempo. Galabinov di fatto mai servito, l'unico a provarci è Cortinovis ma Carnesecchi esce bene a valanga. La Reggina ne ha vinte tre di fila fuori casa, ma ne perde due consecutivamente tra le mura amiche. Squadra irriconoscibile dopo l'intervallo. La classifica non muta granchè, ma la Cremonese ci aggancia a quota 22 in zona playoff. Bella accoglienza riservata a Simone Giacchetta (in foto assieme al collega Massimo Taibi), attuale ds dei lombardi, chiamato sotto la curva prima del fischio d'inizio per onorare la lunga e vincente militanza in maglia amaranto, indossata in tutte le categorie professionistiche. Sabato si va a Benevento per una sfida da alta classifica.

REGGINA – CREMONESE 1-2

Reti: 30' Montalto, 56' Buonaiuto, 63' Gaetano

Reggina (4-4-2): Turati; Loiacono, Cionek, Stavropoulos, Liotti (65' Lakicevic); Laribi (65' Cortinovis), Hetemaj, Crisetig, Bellomo (73' Ménez); Galabinov (73' Tumminello), Montalto (65' Rivas). A disposizione: Micai, Amione, Regini, Adjapong, Bianchi, Ricci, Denis. Allenatore: Aglietti.

Cremonese (4-3-3): Carnesecchi; Sernicola (46' Valeri), Bianchetti, Okoli, Crescenzi (87' Meroni); Valzania (72' Gaetano), Castagnetti, Fagioli (81' Deli); Zanimacchia, Di Carmine (46' Ciofani), Buonaiuto. A disposizione: Ciezkowski, Sarr, Ravanelli, Baez, Nardi, Strizzolo, Bartolomei. Allenatore: Pecchia

Note - Al 50' Turati (R) para un rigore a Fagioli (C). Ammoniti: Cionek (R), Sernicola (C), Rivas (R).