Calcio
 

Crotone in Serie A, la Calabria torna a respirare la massima serie

Quella che sta per cominciare rappresenterà una stagione particolarmente significativa per il calcio calabrese: per la quinta volta nella storia, saranno tre i club della regione ad iscriversi ai due massimi campionati professionistici italiani. In Serie A torna il Crotone, in B ci saranno Reggina e Cosenza ai nastri di partenza. Un risultato importante, considerato che al Sud soltanto la Campania riesce a fare altrettanto (Napoli, Benevento e Salernitana) e a livello nazionale solo Lombardia (6), Emilia Romagna (5), Veneto (5) e Liguria (4) fanno meglio. Certo, il calcio al meridione paga l'assenza totale di squadre siciliane tra Serie A e B, ma il segnale che arriva dalla Calabria è forte.

Le tre rappresentanti calabresi sono il massimo storico per la regione, raggiunto soltanto in altre 4 occasioni: nel 2000-01 c'era la Reggina in A, con Cosenza e Crotone in B, la stagione successiva le stesse tre squadre erano in B (peraltro in un torneo che era un "festival" del Sud con Napoli, Salernitana, Cagliari, Bari, Messina e Palermo). Nel 2004-05 e 2005-06 la "lineup" era invece composta da Reggina in A e Crotone più Catanzaro nella serie cadetta. Dopo 15 anni, insomma, è di nuovo record.

Andiamo a ripercorrere le esperienze in Serie A delle tre squadre calabresi che sono riuscite ad arrivare ai massimi livelli, seppure in decenni differenti. E chissà che già il prossimo anno, vista la campagna acquisti della Reggina tra le favorite in Serie B stando alle quote antepost dei migliori bookmakers italiani e di questo casino online, non possa arrivare il primo derby calabrese in A.

In principio fu il Catanzaro

La prima squadra calabrese a raggiungere la Serie A fu il Catanzaro: nel 1970-71, cinque anni dopo la finale di Coppa Italia persa con la Fiorentina, gli allora uomini di Seghedoni sconfissero il Bari nello spareggio promozione, con gol di Mammì. Fu proprio l'attaccante a regalare la gioia della prima vittoria in A contro la Juventus: il 1971-72 si chiuse con la retrocessione in B e i bianconeri campioni d'Italia. Nel 76-77 il secondo campionato, con un'altra retrocessione. C'era già Palanca, giocatore simbolo del club che poi fu il protagonista della terza promozione, appena un anno dopo: dal 1978-79 alla retrocessione del 1982-83, il Catanzaro fu protagonista di splendidi campionati (spiccano un settimo e un ottavo posto) e un'altra semifinale di Coppa Italia. Sette partecipazioni totali, dunque, in A.

La Reggina di Foti

Tra il 1999 e il 2009 sono arrivate poi le nove partecipazioni della Reggina, sette consecutive. Nel 99-2000 la prima esperienza, dopo la promozione ottenuta con Bolchi in panchina, l'anno precedente. La Reggina si salvò brillantemente (11esimo posto) ma l'anno successivo tornò in B dopo lo spareggio perso col Verona. La risalita in A fu immediata e dal 2002-03 cominciò la striscia di 7 campionati di A consecutivi, con grandi giocatori passati al Granillo: tante le imprese da ricordare, su tutte la salvezza nel 2006-07 con Mazzarri in panchina, raggiunta nonostante gli 11 punti di penalizzazione e con un epico successo sul Milan campione d'Europa, all'ultima giornata. Il miglior piazzamento è il decimo posto ottenuto nel 2004-05.

Il ritorno del Crotone

Quello che sta per cominciare sarà il terzo campionato in Serie A per il Crotone. I rossoblù, sotto la guida di Juric, guadagnarono la promozione nel 2015-16. L'anno dopo, con Nicola in panchina, arriva una salvezza clamorosa in A: nessuna squadra si era salvata con così pochi punti dopo il girone d'andata. La gran rimonta fu suggellata dal 3-1 rifilato alla Lazio all'ultima giornata, con sorpasso sull'Empoli al fotofinish: quell'anno, arrivano anche i successi contro l'Inter (2-1) e il pareggio a Milano contro i rossoneri. L'anno dopo, l'epilogo fu più amaro: Nicola diede le dimissioni a dicembre e, nonostante la lotta fino all'ultima giornata, la sconfitta a Napoli segnò il ritorno in Serie B. Dopo il gran secondo posto alle spalle del Benevento, il 2019-20 ha riservato ai tifosi del Crotone la seconda promozione in Serie A della loro storia.