Amalia Bruni incontra i rappresentanti di Confprofessioni per parlare dei problemi del settore

"Il nostro primo punto sarà sempre quello delle competenze come asse strategico della nuova Regione. L'assetto istituzionale e la riorganizzazione del sistema degli enti locali e non, necessitano in Calabria di una riforma strutturale. Oggi abbiamo di fronte un sistema istituzionale fragile che negli anni si è ulteriormente rinsecchito, soprattutto grazie al turnover nella pubblica amministrazione che si presenta spesso inadeguata senza avere la capacità di progettare e rendere reali le opportunità che si presentano. Non a caso siamo tra le regioni che riescono a spendere di meno. Abbiamo bisogno di un piano straordinario di ringiovanimento della pubblica amministrazione, di nuove professioni, di automatismi e centralizzazione delle procedure di selezione, del protagonismo delle nostre università e di continua formazione. Dobbiamo 'utilizzare' il mondo delle professioni con concertazioni mirate e rigorose tra obiettivi, progettazione e controlli. Il futuro della nostra Calabria si giocherà tra competenze e digitalizzazione".

Lo afferma, in una nota,Amalia Bruni, candidata del Centrosinistra alla guida della Regione, che ha incontrato nella sede del suo Comitato elettorale i rappresentanti di Confprofessioni per parlare dei problemi del settore.