Regionali, Anna Falcone: "Il nostro è un progetto politico riformista dal Sud per tutto il Paese"

"Leggo cose che voi umani..neanche nei libri di fantascienza. Altro che politica! Lo sanno anche le pietre: io la politica degli 'inciuci' l'ho sempre contrastata, figurarsi le "sponsorizzazioni" delle cordate di potere! La politica è dialogo e le mie interlocuzioni le ho sempre tenute alla luce del sole, con chi condivide, quantomeno, un orizzonte democratico e un ideale politico ispirato alla democrazia costituzionale, all'interesse pubblico, alla giustizia sociale. Tutti sanno che sono andata via molti anni fa dal mio partito proprio per "incompatibilità ambientale" con certi figuri e una inaccettabile incoerenza fra valori predicati e scelte praticate. Anche per questo combatto da sempre chi, da Destra e da Sinistra, ha barattato il destino della sua terra, spacciato ideologie e usato le istituzioni solo per lucrare potere e vantaggi personali. Ogni "inciucio" o fantomatica "sponsorizzazione" di questi personaggi è tema da fantascienza, appunto. Andiamo avanti con tutte le forze sane e democratiche che da dentro o fuori i partiti, i movimenti politici, le associazioni hanno una storia di credibilità e coerenza, politica e personale, che va oltre gli schieramenti. Ci sono tante/i calabresi che vogliono scrivere una nuova pagina politica per la nostra Regione. E sono la maggioranza. E' tempo che questa maggioranza esca dalle secche dell'astensionismo, si aggreghi intorno a questo progetto di riscatto democratico e si renda visibile, con la mobilitazione e con il voto libero!

"Noi di "Primavera della Calabria" stiamo facendo la nostra parte, portando avanti un progetto progressista, ecologista, femminista ed europeista, fortemente partecipata e radicata nei territori, organizzata democraticamente.

La Calabria è stata in passato culla di movimenti politici d'avanguardia, espressione di idee e politici di punta nel panorama politico nazionale. Dobbiamo spezzare il "patto scellerato" di vassallaggio politico e culturale che lega certi dirigenti locali alla segreterie nazionali dei partiti che trattano il Sud come una colonia e tornare a scegliere noi orizzonte politico e rappresentanti fedeli ai cittadini che li hanno eletti, non ai loro "capi". Noi capi non ne abbiamo. Fatevene una ragione: in politica non sono e non siamo tutti uguali. Vogliamo il pane, le rose e anche la felicità!".

Lo afferma Anna Falcone, portavoce di 'Primavera della Calabria'.