Berlusconi incontra Meloni, segnali di distensione? Tajani: "Credo correremo uniti in Calabria"

berlusconimeloni600"Credo che ci sia una situazione di confronto ma andiamo uniti alle elezioni amministrative a Napoli, corriamo uniti a Roma, a Torino e credo che correremo uniti anche in Calabria. Berlusconi incontra Giorgia Meloni per fare il punto della situazione". Così il coordinatore nazionale e vicepresidente di Fi, Antonio Tajani, a Napoli per incontrare i candidati azzurri, dopo le frizioni delle ultime settimane con il leader di FdI Meloni, la quale aveva messo in discussione il ticket Roberto Occhiuto-Nino Spirlì in Calabria.

"Berlusconi è un federatore - aggiunge Tajani - e quindi sono convinto che troverà le giuste soluzioni per rafforzare il coordinamento nel centrodestra che è al governo quindi Fi e la Lega, e il centrodestra che è all'opposizione. La prospettiva è quella di andare uniti finita la stagione del governo Draghi - dice Tajani -, si dovrà arrivare con le elezioni nel 2023 ad un confronto tra centrodestra e centrosinistra. A quel confronto noi guardiamo e Berlusconi e Fi stanno lavorando per dare vita ad una coalizione forte quando pensiamo ad un centrodestra unito ad una sorta di forza unica, lo facciamo perché dobbiamo preoccuparci non solo di vincere nel 2023 ma di governare fino al 2050, puntando su alcuni punti fermi: Europa e Stati Uniti".