Nessun passo indietro da De Magistris, Irto: "Ce ne faremo una ragione"

irtonicola14apr"Era un'occasione per allargare ulteriormente il fronte alternativo alla destra, ma ci faremo una ragione di qualche defezione. Il centrosinistra nella sua configurazione classica ha dato dimostrazione nell'ultimo anno di saper vincere le Regionali. Si pensi alla Campania, alla Puglia, alla Toscana, all'Emilia-Romagna. Sono convinto che anche in Calabria sarà così perché i calabresi sono stanchi sia del malgoverno della destra, sia della demagogia e del populismo". A dirlo è il consigliere regionale del Pd Nicola Irto, candidato alla presidenza della Regione Calabria, che nei giorni scorsi si era rivolto a Luigi De Magistris, anch'egli candidato governatore, per azzerare tutte le candidature in campo nel centrosinistra a favore di un terzo candidato unitario. Invito a cui De Magistris ha risposto picche. Intervistato dal Corriere della Calabria, Irto, dopo aver spiegato che si metterà "al servizio dei calabresi, della mia parte politica, alla quale coerentemente appartengo da sempre, e del centrosinistra", si sofferma anche sulla possibilità di un accordo col M5S.

"Il Movimento ha l'occasione di entrare, per la prima volta nella sua storia, al governo di una Regione, ma questa opportunità potrà concretizzarsi solo se sposerà un progetto riformista e non velleitarie chimere già destinate al fallimento". Quanto, infine, alla possibilità che le elezioni, fissate per il prossimo 11 aprile slittino ancora a causa della pandemia, Irto chiosa: "Per quanto mi riguarda si deve votare il più presto possibile, pandemia permettendo, perché la Calabria ha urgente bisogno di un governo forte e solido che cancelli i disastri del centrodestra".