Al via, oggi, i laboratori di giornalismo di "Giornalisti d'Azione". Coinvolti il Csv e l'associazione Cepedu

"Superiamo la pausa imposta dal Covid, e, accogliendo l'invito dei dirigenti scolastici, torniamo nelle aule di alcune scuole superiori di Cosenza, seppure con la didattica a distanza, per ricominciare un percorso che, in tre anni di attività, ci ha dato molte soddisfazioni". Sarà la giornalista Mariapia Volpintesta, insieme ai colleghi Carla Sabato e Alessandro Noce, a varare, oggi, il nuovo corso dei laboratori di giornalismo dell'associazione regionale "Giornalisti d'Azione". Si ricomincia a Cosenza con gli studenti dell'istituto superiore "Da Vinci – Nitti", guidato dal dirigente Damiano De Paola. Tema dei corsi, la "Comunicazione sociale"; tutor interna la professoressa Francesca Sorrentino; responsabile dei Percorsi competenze trasversali sali e orientamento il professore Bruno Masottini; le classi interessate sono 4D, 5F e 5E, ad indirizzo sociale.

"Ci avvarremo – continua Volpintesta - della collaborazione del Centro sociale di volontariato, con Lory Biondi e Mariacarla Coscarella, rispettivamente referente e direttrice della comunicazione del centro, grazie alla disponibilità del presidente del Csv Gianni Romeo, ma anche della presidentessa dell'associazione dei pedagogisti 'Cepedu' Fabiola Ammirata, e della psicologa Stefania Fanelli, esperta in dipendenze. E nelle prossime settimane avvieremo i nostri laboratori anche all'Istituto superiore 'Pezzullo', sempre a Cosenza". "Tocca anche a noi – dice Mario Tursi Prato, presidente di 'Giornalisti d'Azione' – cimentarci con la didattica a distanza, ma non abbiamo più potuto derogare a quello che consideriamo una sorta di impegno morale assunto con le scuole che ci ospitano da alcuni anni e ai cui dirigenti siamo grati per la stima e la fiducia che ripongono in noi: non posso nascondere che è molto gratificante".