Emergenza Coronavirus, Cuzzupi (UGL Calabria): “Misure meno restrittive e detassazione fiscale per tutte le partite Iva”

"Stiamo assistendo ad uno spettacolo governativo approssimativo ed irriguardoso verso cittadini e lavoratori privati, esercenti, commercianti, piccoli imprenditori, famiglie e studenti. Monta la protesta e sale l'indignazione di titolari di cinema, teatri, bar, ristoranti, sale da ballo, palestre e luoghi di intrattenimento culturale e di spettacolo. Serrate, limitazioni e continui divieti imposti a cadenza settimanale, non tengono in alcuna conto l'andamento economico e le esigenze di un mondo imprenditoriale e commerciale ridotto allo sfinimento. Siamo alle soglie di un punto di non ritorno!".

L'UGL Calabria, attraverso il proprio Segretario Generale, Ornella Cuzzupi, richiama le Istituzioni ad "un atto di responsabilità", chiedendo attenzioni particolari, urgentissime misure di concreto sostegno e detassazione fiscale per tutti i possessori di partita Iva costretti a limitazioni estreme, a causa della seconda ondata della crisi epidemiologica in atto.

"Le Regioni, provano ad arginare il peggio, cercando di mantenere la massima sicurezza e nel contempo garantire la salute dei cittadini con tutti i mezzi a loro disposizione, ma non si sentono tutelate da un Governo centrale che troppo spesso dimentica il proprio ruolo di garante dei diritti di tutti.

Prima ancora che la tensione sociale assuma aspetti inquietanti, occorre predisporre - spiega Cuzzupi - interventi meno restrittivi per dare spazio al lavoro di tutti coloro che stanno rischiando la chiusura di attività ed il conseguente default.

L'Unione Generale del Lavoro regionale si adopererà in ogni Sede istituzionale per rappresentare le esigenze dei cittadini, che chiedono il nostro aiuto, in numero sempre maggiore, in quanto provati oltremisura da imposizioni lesive dei diritti civili".