Riaprono le scuole in Calabria: i numeri della ripartenza. Calvosa: “Banchi monouso? A metà ottobre”

scuola-aula2Le scuole che hanno riaperto oggi in Calabria sono state 276, altre 7 riapriranno domani e altre 73, in gran parte seggi elettorali nei giorni scorsi, riapriranno lunedi' 28 settembre. A rendere noti questi dati e' stata il dirigente generale dell'Ufficio scolastico regionale della Calabria, Maria Rita Calvosa, nel corso della conferenza stampa convocata a Catanzaro per la riapertura dell'anno scolastico in Calabria. Calvosa ha fatto il punto della situazione sul piano numerico, precisando, inoltre, che un'altra scuola riaprira' il 30 settembre e un'altra il 5 ottobre, e specificando di aver inviato agli istituti interessati "una circolare nella quale si fa presente che le scuole che riapriranno dai prossimi giorni dovranno recuperare le ore mancanti rispetto a quelle che hanno riaperto oggi, in modo da mantenere i 200 giorni di lezione necessari ai fini della validita' dell'anno". Nel corso della conferenza stampa, il dirigente dell'Usr calabrese ha reso noto che per quest'anno scolastico "sono stati assunti 20 nuovi dirigenti e sono in corso tutte le operazioni di nomina dei supplenti, rispetto alle quali stiamo ricevendo i dati dagli Uffici territoriali".

Calvosa ha poi ricordato che il governo centrale ha stanziato complessivamemte 69,886 milioni per gli organici aggiuntivi per le scuole della Calabria, fondi che - ha riferito - "sono stati gia' ripartiti alle istituzioni scolastiche". Con questi finanziamenti, ha poi spiegato il dirigente dell'Usr regionale, "e' stata garantita la copertura del 100% delle richieste avanzate dalle scuole dell'infanzia, del 100% delle richeiste delle primarie, del 100% delle scuole di primo grado, il 92,3% del personale Ata della scuola del primo ciclo": altri 8 milioni inoltre sono stati stanziati per le sostituzioni. Con riferimento ai banchi monouso, Calvosa ha osservato: "Siamo ancora in attesa, perche' per fortuna la Calabria, essendo stata una delle regioni meno colpite dal Covid 19, e' stata attenzionata come le altre regioni ma per questo aspetto - ha ricordato il dirigente dell'Usr regionale - e' stata inserita nel secondo turno di consegna, che dovrebbe avvenire a meta' ottobre. Considerando che alcune scuole hanno posticipato la riapertura, contiamo che il disagio sara' contenuto". (agi)