“Si è sempre responsabili di quello che non si è saputo evitare” - Jean-Paul Sartre
HomeCalabriaVa alla calabrese Laura Falcone il Premio di Laurea della Conferenza delle...

Va alla calabrese Laura Falcone il Premio di Laurea della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

È la dottoressa Laura Falcone, giovane laureata calabrese, una dei sei vincitori dei Premi di Laurea per la promozione del capitale umano del Paese, promossi dalla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome. La sua tesi in Scienze Politiche, incentrata su “L’articolazione territoriale del potere di fronte all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il regionalismo italiano e il federalismo tedesco in prospettiva comparata” è stata selezionata da una giuria composta da Roberto Ciambetti, Valerio Di Porto, Emma Petitti, Giulio Salerno e Piero Mauro Zanin, nell’ambito di un’iniziativa finalizzata, come si legge nel verbale, a “stimolare la ricerca in ambito accademico sui temi del regionalismo italiano nella dimensione nazionale e sovranazionale”. Il brillante elaborato della giovane studiosa, con notevole lungimiranza, era già stato pubblicato nel 2021 dalla casa editrice scientifica “Il Sileno”, da tempo battipista in Calabria in ambito accademico e i cui volumi, monografici e collettanei, sono curati e scritti da numerosi studiosi di fama internazionale.

“È per noi una nuova, grande soddisfazione”, dichiara il direttore Francesco De Pascale, il cui team ha già consegnato alle stampe il prestigioso volume dello studioso Alfonso Di Prospero “Linguaggio e Ordine del mondo. Ricerche sul significato dell’induzione” richiesto dalla Biblioteca dell’Accademia della Crusca, e ottenuto l’Indicizzazione in Web of Science di varie pubblicazioni redatte da studiosi calabresi, come Migliuri e De Sensi. La nuova promettente autrice Laura Falcone, classe 1996, nata a Cosenza, ha conseguito la Laurea Magistrale presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria il 15 marzo 2021, con il massimo dei voti, la Lode e il plauso da parte della Commissione con particolare menzione. Nel suo curriculum anche una parentesi di studio all’estero con il programma Erasmus a Valencia. Un’ennesima prova concreta della possibilità di conseguire risultati eccellenti a partire dalle risorse presenti sul territorio.

Articoli Correlati