Altri Sport
 

Bocce: Città di Cosenza corsara a Bellizzi, Rende batte la capolista. Pari Catanzarese

La copertina della giornata è per il Città di Cosenza che dopo settimane difficili conquista la prima vittoria esterna in casa di Bellizzi. Una vittoria testa e cuore, maturata grazie ad una grandissima reazione nel secondo turno dopo che i padroni di casa avevano provato a prendere il largo sul 3-1 iniziale (con i calabresi che agguantavano solo un set di terna con il trio Granata A. – Granata D. – Toteda F.). Nel secondo turno va in scena il riscatto degli uomini di Pasquale Granata che vincono tutti e quattro i set di coppia a disposizione (Granata D. – Toteda F. e Giannotta - Oliva) ribaltando il risultato da 1-3 a 5-3. Soddisfatto a fine gara il tecnico: «Ho visto una grande prestazione. Dopo una bella strigliata i miei giocatori hanno fatto vedere quattro set di coppia di altissimo livello». Il Città di Cosenza, che ha dedicato la vittoria a Mike Zanfini, prova ora a mettere un solco in classifica fra sé e la zona calda, con due partite ancora da recuperare. Ma se le prestazioni saranno sempre come quella contro Bellizzi niente è precluso ai rossoblù che sabato prossimo faranno visita al Santa Chiara.

Bellizzi (SA) – Città di Cosenza (CS) 3-5 (42-56)

Giorgio – Sorrentino – Ferraioli vs Granata A. – Granata D. – Toteda F. 8-6, 0-8; Illeggittimo (1° set Trapani) vs Oliva (1° set Giannotta) 8-5, 8-5; Ferraioli (1° set Illeggittimo) – Giorgio (1° set Sorrentino) vs Granata D. – Toteda F. 6-8, 4-8; Trapani – Cannavacciuolo vs Giannotta - Oliva 5-8, 3-8;

All. Bellizzi: Giuseppe Aquino

All. Città di Cosenza: Pasquale Granata

Direttore di gara: Antonio Dello Iacovo

Arbitri: Roberto Mele – Vincenzo D'Alessio

Colpaccio del Città di Rende che al termine di una gara difficile e complicata batte la capolista in Aquino (in attesa del recupero del Santa Chiara). Primo turno chiuso sul 2-2, con i locali che fanno centro nei set di terna e gli ospiti che passano negli individuali grazie al loro capitano Aquino. Nella ripresa Rende sale in cattedra con la coppia Spadafora – Buffa che supera doppiamente Liberato – Prebenna, l'altro set è stato conquistato dai due De Rose. Il commento della gara nelle parole del tecnico Cristiano: «È stato un incontro molto equilibrato, la capolista ha dimostrato la sua forza con il capitano Aquino. Eravamo chiamati a fare bene nelle coppie e così è stato, specialmente con Pino Buffa in grande condizione. Una vittoria, dedicata al nostro presidente Daniele Salerno, che ci scuote e ci fa ben sperare per raggiungere la salvezza». Per il prossimo turno Rende aspetta la visita di Cafaro per allungare la striscia.

Franco Parise Città di Rende (CS) – Arte in ferro Aquino (NA) 5-3 (52-36)

Buffa – Spadafora – Rotundo vs Liberato – Prebenna – Vorraro (2° set Brancaccio) 8-0, 8-1; De Rose V. vs Aquino 6-8, 3-8; Spadafora – Buffa vs Liberato (2° set Branaccio) - Prebenna 8-3, 8-6; De Rose V. (2° set Veloce) – De Rose C. vs Aquino – Tassino 8-2, 3-8;

All. Città di Rende: Gianluca Cristiano

All. Aquino: Carlo Boccia

Direttore di gara: Vitaliano Palaia

Arbitri: Piero Rotundo – Vincenzo Valentino

Nel turno casalingo la Catanzarese non va oltre il pareggio con il Città di Cicciano per 4-4. «Un risultato – ha spiegato a fine gara il tecnico Abramo – che ci può stare anche se continua la serie dei pareggi casalinghi. Certo rimane un po' l'amaro in bocca per due set chiusi a sette». La gara è stata equilibrata e in perfetta parità fino alla fine, come testimoniano anche i punti complessivi, e restituisce in particolare la prestazione positiva di Gianfranco Bianco. L'allenatore dei giallorossi è chiaro sugli obiettivi: «Dobbiamo pensare alla classifica visto che la Corte Federale ha accettato il ricorso di Cicciano decretando la ripetizione dell'incontro». A margine della gara bel gesto di fairplay nel bocciodromo e sui social fra le due squadre. Nel prossimo turno Perricelli e compagni faranno visita alla momentaneamente prima della classe Aquino.

Catanzarese (CZ) – Città di Cicciano (NA) 4-4 (52-51)

Perricelli – Valentino – Scicchitano (2° set Zaffino) vs Corrado – Capasso – Miranda 7-8, 8-7; Bianco vs Versione 6-8, 8-5; Perricelli – Valentino vs Corrado – Capasso 7-8, 8-4; Bianco – La Face (2° set Scicchitano) vs Versione – Moccia 0-8, 8-3;

All. Catanzarese: Franco Abramo

All. Cicciano: Santolo Spampanato

Direttore di gara: Eugenio Gaudio

Arbitri: Francesco Gervasi – Giuseppe Gaglianese