Altri Sport
 

La Pirossigeno Città di Cosenza cade 4-1 a Napoli

Risultato bugiardo. Il 4-1 finale non è la fotografia della partita. Non si discute sul merito della vittoria dei napoletani, sono più fortie e la vittoria ai danni del Cosenza alla fine è meritata. Ma il 4-1 è bugiardo. La Pirossigeno è stata in partita fino alla fine, ha fatto sudare le proverbiali sette camicie a Fortino e compagni, ha avuto le sue grandi occasioni per andare in gol e il loro portiere ha fatto degli interventi miracolosi. NO, il 4-1 è pesante e bugiardo, Pirossigeno Città di Cosenza ha dimostrato di essere squadra tosta e i napoletani hanno riconosciuto la bontà del gruppo cosentino. A fine partita non sono mancati i complimenti per Grandinetti e gli altri. Proprio Grandinetti merita la palma del migliore in campo dei rossoblù in questa partita. Un indemoniato, meraviglioso in difesa, superbo in attacco. Non è che ci fossero dubbi sulle capacità di Guido, ma in questa partita si è superato.

IL primo tempo vive sul filo dell'equilibrio, il Napoli fa qualcosina in più dei cosentini ma la prima grande palla gol è sui piedi di Poti la cui conclusione finisce alta. Le due squadra danno spettacolo, la partita è tirata e il pubblico (i soliti presenti sulla lista covid) affermano che quella che stanno vedendo è una vera partita, la più bella e tirata di tutto il campionato.

La rete del vantaggio napoletano arriva per merito di Hozjan che con un tiro dalla distanza mette in rete. Il Cosenza prova a pareggiare e il Napoli prova a replicare e la partita se ne avvantaggia offrendo spettacolo. Si va al riposo.

Nella seconda frazione le occasioni non mancano si a da una parte e sia dall'altra. Il Cosenza sfiora più volte il pari ma è il Napoli con un rete un po' "strana" a raddoppiare Con Chilelli dopo un rimballo sul Del Ferraro. Ma la partita non sembra chiusa. La lotta in campo è piuttosto serrata e i cartellini gialli fioccano. Neanche dopo il 3-0 dei locali la partita sembra chiusa, merito del Cosenza che lotta sempre su ogni palla, I rossoblù la riaprono con un calcio di rigore-bomba di Grandinetti e hanno, sempre con Grandinetti, la più ghiotta occasione, a quattro minuti dal termine, di accorciare ancora e forse su questa occasione mancata si spengono le speranze del Cosenza. Il gol del 4-1 a tre secondi dal fischio finale non ha senso.

Le sconfitte hanno sempre un sapore amaro, questa, però, consegna alla società rossoblù la consapevolezza di essere una formazione di gran livello.

TABELLINO

FF Napoli – Pirossigeno Città di Cosenza 4-1

· Napoli : M. Ganho Jr, F. Perugino, N. Hozjan, V. Milucci , R. Fortino , De Gennaro, Arillo, De Simone, Renoldi, Amirante, Chilelli, Ruggiero

Pirossigeno Città di Cosenza: Del Ferraro, Fedele, Poti, Alex, Grandinetti, Piromallo, Marchio, Tusar, Rosato, Gallo, Canonaco, Savuto

Marcatori: Hozjan, Chilelli, Hozjan, Arillo per ilNapoli. Grandinetti per il Cosenza