Agorà
 

Villa San Giovanni (RC), la Biesse consegna le borse di studio ai protagonisti del cortometraggio “Liberi di Amare”

Lunedì 18 ottobre, presso l'auditorium dell''Istituto Professionale Alberghiero Turistico – Villa San Giovanni, ha avuto luogo la cerimonia di consegna delle borse di studio ai giovani studenti protagonisti del cortometraggio "Liberi di Amare".

L'Istituto Professionale Alberghiero Turistico si è distinto al Concorso Nazionale Biesse "Giustizia e Umanità Liberi di Scegliere", classificandosi al primo posto con un cortometraggio ispirato a un episodio, realmente accaduto, del racconto "Liberi di Scegliere".

L'iniziativa coordinata dal Presidente dell'Associazione Biesse, Bruna Siviglia, in collaborazione con il Giudice Roberto Di Bella, Presidente del Tribunale per I Minorenni di Catania, nasce all'interno di percorso educativo sui valori di legalità, giustizia e umanità, che ha coinvolto le scuole italiane durante l'A.S. 2020/2021.

Nel mese di luglio, alla presenza del Giudice Di Bella, della sceneggiatrice Monica Zapelli e dell'attore Alessandro Preziosi, il cortometraggio della scuola reggina è stato proclamato vincitore tra i tre giunti in finale.

Nel corso della cerimonia, il Dirigente Scolastico Carmela Ciappina e il presidente dell'Associazione Biesse Bruna Siviglia, nel consegnare le borse di studio ai tre attori principali, Giacomo Moscato (Remo Vitrecchi), Aurora Costantino (Giulia Caputi), Andrea Malavenda (Teo Caputi), hanno manifestato la soddisfazione e l'importanza che iniziative come questa offrono al territorio e ai giovani che vi aderiscono.

Alla cerimonia sono intervenute Rosangela Manzo, già esperta di recitazione, nonché attrice nel ruolo del Giudice; Antonella Postorino, sceneggiatrice e scenografa del cortometraggio; l'attrice teatrale Elena Festa che ha interpretato la madre del protagonista e il cast di studenti che hanno partecipato alle riprese: Giorgia Cartisano, Suamy Ciccarelli, Cristina Caliciuri, Altea Romano, Sonya Esperanza Marino Rosace, Ilaria Elia, Paolo Calabrò, Luigi Alescio.