Agorà
 

Reggio, “La Calabria ulteriore prima”: domani la presentazione del libro di Fabio Arichetta alla Biblioteca Civica

Promossa dall'Associazione Culturale Anassilaos congiuntamente con la Biblioteca Pietro De Nava nell'ambito degli incontri patrocinati dal Comune di Reggio Calabria si terrà giovedì 14 ottobre alle ore 16,45 presso la Sala Giuffrè della Biblioteca Civica la presentazione al pubblico reggino del volume di Fabio Arichetta "La Calabria ulteriore prima fra moti risorgimentali e insorgenze legittimiste", terzo quaderno di storia realizzato dall'Associazione Anassilaos e dalla Casa Editrice Città del Sole.

L'incontro patrocinato anche dalla Deputazione di Storia Patria per la Calabria vede la partecipazione del Prof. Giuseppe Caridi, Presidente della stessa Deputazione e del Prof. Antonino Romeo. Questa raccolta di saggi, frutto di una ricerca condotta su documenti d'archivio, alcuni anche inediti, delinea un arco temporale in cui si collocano i moti risorgimentali e le insorgenze legittimiste nella provincia reggina. Emergono figure, spesso di giovani, provenienti dalla borghesia locale o dal mondo ecclesiale, in particolare sacerdoti e religiosi del basso clero, che si sono spese non solo sul fronte liberale e unitario, ma anche su quello legittimista. Dal Canonico Paolo Pellicano, alla guida, insieme ai fratelli Romeo, di un gruppo di giovani durante il moto del 2 settembre 1847, al giovane Francesco Saverio Vollaro, tempratosi nella difesa di Forte Marghera e della Repubblica di San Marco insieme a tanti ragazzi del Sud sacrificati sotto i colpi della potente artiglieria austriaca; sino ai sacerdoti del basso clero reggino, come i frati del convento del Crocefisso di Bianco, in provincia di Reggio Calabria, che ospitarono il generale carlista Borges, o i religiosi domenicani impegnati nella campagna antiunitaria attraverso la diffusione di pubblicazioni di profezie. Si tratta di figure espressione di un travagliato periodo storico in cui l'impresa dei Mille di Garibaldi rappresenta la chiave di sintesi di una lunga guerra civile, iniziata alla fine del Settecento e giunta sino alla seconda metà dell'Ottocento. Una fase storica da approfondire nelle sue sfaccettature più controverse e che vede il saggio chiudersi con una sintesi sulle carenze infrastrutturali della Calabria Ulteriore Prima che, fra tanti fattori ostativi, rappresenta una cesura importante per il decollo economico di questa provincia e della Calabria intera.

L'autore, Fabio Arichetta, pubblicista e storico, è socio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, della Società Napoletana di Storia Patria, dell'Istituto di Storia per il Risorgimento Italiano e della Società Italiana di Storia dell'Età Moderna. Ha pubblicato numerosi contributi sulla storia medievale e moderna della Calabria nella rivista Calabria Sconosciuta ed ha collaborato con diverse testate giornalistiche. Da circa vent'anni è promotore di un'intensa attività di divulgazione culturale e storica con alcune associazioni che operano sul territorio calabrese.