Agorà
 

Reggio Calabria celebra il Festival della Scienza "Cosmos"

"La scienza che si diverte sotto il cielo dello Stretto", questo il titolo della prima edizione di "Cosmos" il Festival nazionale della Scienza che andrà in scena anche a Reggio Calabria da venerdì 24 a domenica 26 settembre. Una tre giorni che prenderà il via con i percorsi scientifici e i laboratori aperti "Cosmos Experience" che avranno luogo venerdì e sabato tra il Castello Aragonese, Piazza Italia, Planetario Pythagoras, Museo Archeologico Nazionale e Palazzo "Corrado Alvaro" sede della Città metropolitana di Reggio Calabria che è anche l'ente promotore dell'evento. Domenica 26 settembre alle ore 17.30, chiusura della manifestazione con la cerimonia di conferimento del premio "Cosmos" ospitata nell'Aula magna "Italo Falcomatà" del Dipartimento di Ingegneria dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Il premio "Cosmos" nasce dall'iniziativa di un gruppo di scienziati e scienziate italiani di fama internazionale in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, la Città metropolitana di Reggio Calabria, la Società Astronomica Italiana e il Planetario Pythagoras di Reggio Calabria.

"Si tratta di un evento prestigioso e di grande spessore culturale che conferma e ribadisce il ruolo centrale di Reggio Calabria e dell'intero territorio metropolitano, nel quadro dei più importanti circuiti didattici e formativi nazionali, in particolare di ambito scientifico". È quanto affermano con soddisfazione in una nota congiunta, il Sindaco metropolitano, Giuseppe Falcomatà e i consiglieri delegati di Palazzo Alvaro, Filippo Quartuccio e Carmelo Versace.

"La Città metropolitana - prosegue la nota - ha voluto sostenere fortemente e in modo concreto questa bellissima manifestazione, nella consapevolezza che tali eventi rappresentino un valore aggiunto rispetto alle iniziative e alle politiche in materia di promozione della cultura scientifica che il nostro ente sta portando avanti in stretta sinergia con la scuola, l'università, i centri di ricerca e naturalmente il Planetario.

Proprio il Pythagoras infatti, grazie anche alla sapiente e appassionata guida della professoressa Angela Misiano, rappresenta ormai un solido punto di riferimento e un presidio culturale di grande capacità attrattiva all'interno del mondo scientifico nazionale ed europeo. Per Reggio Calabria - proseguono il Sindaco metropolitano e i rappresentanti dell'assemblea di Palazzo Alvaro - sarà anche una straordinaria occasione per rilanciare e mettere in luce luoghi e sedi di pregio architettonico, artistico e culturale attraverso un programma ricco di incontri, laboratori, spettacoli e conferenze che metteranno la scienza al centro di un percorso divulgativo coinvolgente e innovativo che vedrà i giovani quali artefici e al tempo stesso protagonisti delle numerose iniziative previste".