Agorà
 

Reggio Calabria, dal 4 all'8 agosto la XVI edizione de "Tesori del Mediterraneo"

In attesa della presentazione ufficiale della XVI edizione de "Tesori del Mediterraneo", in programma mercoledì 4 agosto alle ore 10.30 presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, puntuali arrivano le indiscrezioni riguardanti gli equipaggi partecipanti alla Regata del Mediterraneo, di sicuro il tesoro più prezioso e suggestivo della kermesse estiva promossa dall'Associazione Nuovi Orizzonti.

Tra conferme e qualche novità, saranno 8 gli equipaggi che sulle acque antistanti la Rada Giunchi si daranno battaglia a colpi di remo per conquistare il titolo 2021. Si tratta di:

CITTÀ METROPOLITANA DI REGGIO CALABRIACOMUNE DI TARANTOCOMUNE DI CIVITAVECCHIAREGIONE CAMPANIACUS BARI UNIBAGRUPPO SPORTIVO FIAMME GIALLELEGA NAVALE MOLFETTAFEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO SEDILE FISSO

La novità di questa edizione è la partecipazione della Lega Navale Molfetta, una prima volta assoluta ai "Tesori del Mediterraneo" per un equipaggio composto da atleti che hanno partecipano a gare a livello nazionale di canottaggio a sedile fisso, dal Palio del Mediterraneo al Trofeo del Mare organizzato dalla Marina Militare, passando per il Trofeo dell'Adriatico e la Regata dei Gonfaloni di Pescara.

Tra le piacevoli conferme, nonché vincitori della Regata del Mediterraneo dello scorso anno, c'è l'equipaggio del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, composto da atleti di caratura internazionale, alcuni di loro medaglie olimpiche, come Domenico Montrone, medaglia di bronzo nel "quattro senza" senior ai Giochi Olimpici di Rio 2016, vincitore della Head of the Charles di Boston 2019 nel "quattro con" senior e plurimedagliato ai Campionati del Mondo di canottaggio; Paolo Perino, vincitore della scorsa edizione de "I Tesori del Mediterraneo" e plurimedagliato ai Campionati del Mondo di canottaggio; Alfonso Maria Scalzone, nel 2018 il titolo di Campione del Mondo nel "due senza" e nel 2019 Campione Europeo nel "quattro di coppia", entrambi i titoli conseguiti nella categoria pesi leggeri; Emanuele Fiume, vincitore della Head of the Charles di Boston 2019 nel "quattro con" senior; Marco Frainetti e Sergio Canciani, anche loro vincitori della XV edizione de "I Tesori del Mediterraneo".

Sulle acque dello Stretto tornano a gareggiare anche i vogatori della Federazione Nazionale Canottaggio Sedile Fisso, tra le cui fila figurano atleti (Caramaschi, Giovanni, Nicolini, Broglio, Moscatelli) vincitori di diverse medaglie nei campionati italiani e internazionali a sedile fisso.

In fase di completamento anche gli equipaggi della Città metropolitana di Reggio Calabria, Comune di Taranto, Comune di Civitavecchia, Regione Campania e Cus Bari Uniba.

"Stiamo ultimando gli ultimi dettagli tecnici – spiega Paolo Catalano, organizzatore e deus ex machina de I Tesori del Mediterraneo – per predisporre al meglio il campo di regata. Le barche sono pronte per essere messe in acqua e poter saggiare le correnti dello Stretto. Vogliamo offrire anche quest'anno uno spettacolo appassionante per il pubblico che seguirà le gare dal lungomare. Sarà come sempre un evento imperdibile, in uno scenario unico e suggestivo che solo lo Stretto può offrire".