Agorà
 

Circolo Culturale "L'Agorà": tutto il mese di maggio sarà dedicato al mondo napoleonico

In occasione del bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, avvenuta a Longwood, nell'isola di Sant'Elena, suo luogo d'esilio, alle 17:49 del 5 maggio 1821, il Circolo Culturale"L'Agorà" ed il Centro studi "Gioacchino e Napoleone" di Reggio Calabria, organizzano una serie di iniziative che si protrarranno per tutto il mese di maggio. Diversi i momenti di analisi che sono stati inseriti nel programma della diciottesima edizione delle giornate di studi napoleonici, denominata "5 maggio", a cura delle due co-associazioni reggine. In tale ciclo di conferenze ci saranno diversi momenti di approfondimento che sono stati inseriti nel palinsesto della XVIII edizione della giornata di studi sul periodo napoleonico, denominata "5 maggio" che coinvolgerà studiosi, ricercatori, accademici, istituti culturali, che nel corso dei loro interventi ricorderanno la figura di Napoleone Bonaparte.

A distanza di due secoli dalla sua morte si continua ancora a parlare di lui, mentre dei suoi vincitori poco o nulla: la sconfitta di Mont-Saint-Jean (Waterloo) venne definita paradossalmente un'altra vittoria di Napoleone Bonaparte. Il primo appuntamento sarà con Gianni Aiello (presidente delle due co-associazioni) che affronterà il tema "Napoleone Bonaparte: Chi era costui?.1" a seguire una cerimonia, nel corso della quale, alla presenza degli eredi, saranno ricordati due militari al seguito di Napoleone Bonaparte e Gioacchino Murat. Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data dal 5 maggio.