“Mi sono scocciato di sottostare alla legge del vivere civile che ti assoggetta a dire sì senza convinzione quando i no, convintissimi, ti saltano alla gola come tante bolle d’aria” - Eduardo De Filippo
HomeAgoràTorna la giuria dei giovani lettori al Premio per la Cultura Mediterranea

Torna la giuria dei giovani lettori al Premio per la Cultura Mediterranea

Entrano nel vivo i lavori della XVI edizione del Premio per la Cultura Mediterranea – Fondazione Carical. Si sono già riunite le due giurie per decretare i nomi dei vincitori dell’edizione di quest’anno che ha registrato la grande partecipazione delle case editrici italiane più prestigiose.

La Giuria Scolastica, composta da circa 400 studenti di istituti di istruzione superiore calabresi e lucani, chiamata a designare il vincitore della Sezione Narrativa giovani, ha già espresso la sua preferenza per Carola Carulli che si aggiudica il primo posto con il romanzo d’esordio Tutto il bene, tutto il male edito da Salani. Grande soddisfazione per il Presidente della Fondazione Luigi Morrone e per il Presidente del Premio, Mario Bozzo, per lo speciale sulla riunione dei giovani delegati scolastici realizzato da una troupe di RaiNews24.

Le altre sezioni, Società Civile, Scienze dell’Uomo, Narrativa, Cultura dell’Informazione e Traduzione, sono invece affidate alla Giuria internazionale che, tra le numerose candidature pervenute, ha definito le terne dei finalisti per ciascuna sezione. Tra i nomi papabili alla vittoria ci sono giornalisti del calibro di Ece Temelkuran, famosa in Turchia per i suoi reportage di denuncia, Francesca Mannocchi, inviata di guerra, divulgatori televisivi come Licia Colò, esperti a livello mondiale di economia ed ambiente, come Marco Armiero e Joan Martínez Alier, traduttori dei maggiori autori di lingua spagnola, come Bruno Arpaia e Ilide Carmignani. I vincitori saranno proclamati sul palco del Teatro Rendano nel prossimo mese di Ottobre.

Articoli Correlati