Vibo Valentia
 

Nuovo commissario alla sanità in Calabria, il sindaco Limardo: "Buon lavoro a Guido Longo"

"Dopo il balletto di nomine e fumate nere, sono felice di dare il benvenuto al dott. Guido Longo, già Prefetto della nostra città, e neo commissario per la Sanità in Calabria.

Sono certa che la nomina del Dott. Guido Longo alla guida della Sanità Calabrese rappresenti la svolta decisiva, quella che riaccenderà la speranza dei malati calabresi e ci farà dimenticare, sia pure in tempi ragionevoli, i danni di una serie di gestioni dissennate". È quanto si legge in una nota del sindacodi Vibo Valentia, Maria Limardo.

"Il nome del Dott. Guido Longo mi ha convinta fin da subito e lo sono stata ancor di più nel leggere una delle Sue dichiarazioni: «Ho accettato come atto d'amore verso la Calabria, la regione in cui mi sono formato professionalmente». Non la ritengo una frase fatta, mi ha colpito e ha colpito la stragrande maggioranza dei calabresi per come attestano i commenti che possiamo leggere su gran parte dei social.

Come Sindaco della Città di Vibo Valentia e Presidente della Conferenza dei Sindaci in materia di sanità , chiederò a stretto giro un incontro al Dott. Guido Longo, per rappresentare la mia vicinanza, i problemi che interessano le strutture sanitarie vibonesi - tra cui il costruendo ospedale di Vibo Valentia - e per intessere fin da subito un rapporto di serena e reciproca collaborazione.

A nome mio, dell'Amministrazione Comunale, della Conferenza dei Sindaci e dei Cittadini vibonesi, auguro al Dott. Guido Longo buon lavoro, nella certezza che, nonostante le difficoltà che certamente lo attendono, saprà restituire alla sanità calabrese dignità ed efficienza, per garantire ai calabresi il sacrosanto diritto alla salute e arginare l'annoso calvario della migrazione sanitaria verso altre regioni d'italia, che , voglio ricordare, oltre ai sacrifici delle persone bisognose di cure rappresenta per la sanità calabrese un costo annuo di circa 360milioni di euro, l'equivalente di un milione di euro al mese".