Sport
 

Ripartono i campionati CSI a Reggio Calabria: in palio lo scudetto… della solidarietà

«La prossima settimana riparte la stagione sportiva Csi Reggio Calabria. Pallavolo, calcio e pallacanestro in campo per lo scudetto di 2020». Gira uno strano messaggio via WhatsApp. Sarà una fake news? In realtà quella chat è un pesce d'aprile...a metà.


Il Comitato provinciale del Centro Sportivo Italiano di Reggio Calabria ha lanciato un contest che è stato immediatamente recepito dagli sportivi di base, quei tanti ragazzi e adulti che animano l'attività: «Tante sono le famiglie in difficoltà ed i ragazzi esclusi dalla didattica a distanza. Dalla settimana prossima vogliamo far partire questa significativa partita». Sarà riproposta, nelle tre discipline, l'ultima giornata di campionato non ancora giocata. Ogni squadra, come ha fatto sempre prima di ogni partita, consegnerà all'arbitro (in questo caso il Comitato) la distinta di gara. Solo che, anziché l'elenco dei giocatori, dovrà indicare un messaggio, un testo, una foto, un disegno che accompagni la "partita da giocare": raccogliere genere di prima necessità o voucher digitali (importo e quantità a piacimento)», scrivono dal Csi. L'iniziativa, dal titolo MISTER, LA DISTINATA? #FACCIAMOSQUADRA, vuole Arrivare a Pasqua con la "Giornata di Campionato" giocata per la solidarietà, che spiegano dal Csi «darà senso al nostro servizio, al nostro impegno, alla nostra storia e alla nostra rete sportiva. La spesa o i voucher digitali potranno essere raccolti da un responsabile della squadra che, in un'unica volta, consegnerà tutto al Csi. La squadra, dopo aver consegnato la distinta, potrà anche fare un bonifico al Comitato, indicando il progetto da sostenere (Voucher digitali o spesa per famiglie bisognose). Ultima soluzione è quella della "Spesa Sospesa". Nei punti vendita accrediti dal Comune di Reggio Calabria (promotore dell'iniziativa "Spesa Sospesa"), la squadra, potrà acquistare e lasciare generi di prima necessità per le famiglie i difficoltà della Città. Di quanto raccolto e consegnato, sarà dato riscontro alle singole realtà associative. Tante famiglie vivono giorni difficili e, fino a ieri sera, tanti insegnanti hanno condiviso le fatiche di ragazzi rispetto ai collegamenti ad internet per le lezioni. In tanti sono esclusi da questi percorsi » concludono con un invito: «Giochiamo questa partita e vinciamo lo Scudetto 2020 più importante!».