Motta San Giovanni (RC), domenica la cerimonia di intitolazione del centro sportivo polivalente di Lazzaro a Bruno Attinà

È in programma domenica prossima, con inizio alle ore 12, la cerimonia di intitolazione del polivalente di Lazzaro all'indimenticato sindaco e medico Bruno Attinà.

Da sempre impegnato nel sociale, il dott. Bruno Attinà, oltre ad essere stato il primo a diventare sindaco con il sistema dell'elezione diretta nel 1994, è stato fondatore del Centro Reggino di Solidarietà, presidente dell'Associazione italiana assistenza agli spastici, presidente regionale del sindacato dei medici condotti, parte attiva nell'associazione Italia-URSS, promotore di numerosi progetti volti ad incentivare il progresso culturale e civile di Motta San Giovanni.

Sempre attento alle esigenze della collettività, ha incarnato benissimo la figura del medico di famiglia, del medico-amico. Ha lottato accanto ai minatori contro la silicosi, si è impegnato in campo politico e medico riuscendo ad ottenere per loro il giusto riconoscimento alle sofferenze patite in miniera.

Primo promotore del progetto di un campo polivalente a Lazzaro, il dott. Bruno Attinà, come medico prima e sindaco dopo, ha sempre creduto che lo sport fosse uno strumento di integrazione e coesione sociale e che il polivalente, oltre ad essere importante come opera pubblica e luogo di sport, potesse essere occasione di crescita per ragazze e ragazzi, futuri cittadini.

La cerimonia, nel rispetto della normativa anti Covid-19, prevede l'intervento del sindaco Giovanni Verduci, la scopertura di una targa con la benedizione impartita dal parroco don Domenico Rodà, l'intervento conclusivo della dottoressa Maria Antonietta Attinà.

Creato Mercoledì, 27 Ottobre 2021 17:22