Reggio Calabria
 

Reggio, in corso le indagini sulla strada San Gregorio-Omeca per individuare la presenza di possibili residuati bellici

«Sono in corso le indagini per individuare l'eventuale presenza di residuati bellici nel perimetro dell'aeroporto. Si tratta dell'ultimo passaggio prima dell'indizione della gara d'appalto per l'avvio dei lavori della strada San Gregorio-Omeca». L'assessore ai Lavori pubblici, Giovanni Muraca, fornisce un aggiornamento sull'iter che sta accompagnando la realizzazione di «un'opera, fortemente strategica, che s'inserisce nel più ambizioso progetto di unificare la linea del fronte mare da Gallico a Bocale».

«Un iter complesso e molto articolato – ha spiegato il delegato della giunta Falcomatà – che, col passare del tempo, sta assumendo contorni ben definiti anche dal punto di vista strettamente tecnico». Nel rimarcare «il grande lavoro messo in campo dai funzionari e dai dipendenti del settore Lavori pubblici», l'assessore Muraca sottolinea «l'attenzione dell'amministrazione rivolta ad un'area cittadina in forte espansione e con propositi di crescita all'altezza delle bellezze e delle potenzialità offerte dallo stesso territorio».

«Proprio su Pellaro – avverte, ancora, il responsabile alle Opere pubbliche nell'esecutivo di Palazzo San Giorgio – insiste un grosso finanziamento, inserito all'interno del Decreto Reggio grazie ad uno specifico emendamento proposto dall'ex consigliere comunale Antonio Ruvolo, che consta di ben 300 mila euro da investire in diverse aree del quartiere e rispetto al quale, proprio in queste ore, i tecnici del Comune stanno dando forma e sostanza».

Nel dettaglio, l'azione di rigenerazione interesserà l'area che sorge nei pressi della chiesa e, proprio nei prossimi giorni, è stato calendarizzato un sopralluogo con il Rup, Claudio Brandi, i tecnici e l'amministrazione comunale per analizzare i luoghi e valutare la migliore soluzione possibile.