Reggio Calabria
 

FI, i big nazionale del partito alla “Magna Graecia Summer School” di Forza Italia Giovani

L'eco del successo della 1^ edizione di "Magna Graecia Summer School" è arrivato sino a Roma. Nella sede capitale del Partito il weekend reggino – si legge in un comunicato stampa di Forza Italia Giovani - ha riscosso grande clamore, complici i nomi di spessore tra gli ospiti e grazie al connubio giovani-politica su cui in Calabria i dirigenti di Forza Italia hanno deciso di investire tanto.

Enti locali, politiche regionali, lavori pubblici, sanità, agricoltura, forestazione, green economy, innovazione, internazionalizzazione, infrastrutture, giustizia, legalità. Temi basilari e di strettissima attualità sono stati trattati nel corso della tre giorni di incontri e tavoli politico-istituzionali organizzata dal coordinamento provinciale di Forza Italia, curata dal coordinatore giovanile metropolitano, Federico Milia.

La prima scuola di formazione politica a Reggio Calabria ha chiuso le "lezioni" col botto presentando dei relatori d'eccezione: il deputato siciliano Matilde Siracusano, il senatore Giuseppe Mangialavori, coordinatore regionale, il responsabile nazionale per il Sud, Francesco Cannizzaro, ed il Capogruppo alla Camera e candidato Governatore della Calabria per il centrodestra, Roberto Occhiuto.

"Il ponte deve essere il trampolino di rilancio di Calabria e Sicilia, per le quali è diventata indispensabile l'alta velocità. Due terre così preziose – ha sostenuto Matilde Siracusano – non possono restare tagliate fuori dall'Europa perché ancora ci sono più persone che alzano muri anziché ponti. I giovani ne sono consapevoli".

"Forza Italia vuole puntare su quel rinnovamento generazionale che è fisiologico, ma che molti non hanno capito. Le nostre radici per ciò che è famiglia e casa qui sono più salde che altrove – ha detto Giuseppe Mangialavori – e di conseguenza ciò fa sì che anche l'interesse per l'attività politica e pubblica lo sia. Formando i giovani oggi, domani avremo un Partito forte e con un'identità ben precisa".

"Questi ragazzi mi rincuorano. La disaffezione verso la politica che noto altrove, al Sud per fortuna non c'è. Ecco perché abbiamo fatto di tutto per esserci. Venerdì alle ore 23 eravamo ancora in Parlamento ad approvare il Decreto Semplificazioni; eppure sabato mattina ci siamo fatti trovare puntuali in riva allo Stretto, perché per nulla al mondo ci saremmo persi l'occasione di aver un confronto diretto con le giovani leve della politica del Sud – ha dichiarato Francesco Cannizzaro –. C'è chi pensa alle prossime elezioni e chi invece alle prossime generazioni. Noi pensiamo al futuro insieme ai giovani! Sono molto orgoglioso di questa iniziativa e felice che sia stata l'occasione per Roberto di aprire così la stagione elettorale a Reggio".

"Questo evento ha segnato un piccolo avvio di campagna elettorale. La prima summer school di Forza Italia in Calabria è stata una grande risposta dei ragazzi che vogliono cambiare con noi questa regione stupenda. Il modo migliore per favorire la mafia – ha dichiarato Roberto Occhiuto nel suo intervento di chiusura - è mettere gente incompetente nei posti chiave. Criminalità e deficit hanno terreno fertile in quei casi. Ecco perché investire su persone di qualità è il primo modo per contrastare i poteri criminali. Ripartire dai giovani è soprattutto un obbligo morale!".