Reggio Calabria
 

Xenia Book Fair: a Reggio Calabria un festival di letteratura e musica dal sapore internazionale

xenia bookSi è svolta questa mattina a Palazzo San Giorgio la conferenza stampa di presentazione dello "Xenia Book Fair Festival" promosso dall' Associazione Culturale Musicale Sonartis Academy e dalla Casa Editrice Leonida. Una fiera nazionale del libro all'aperto che prevede un ricco ed articolato cartellone di eventi che si svolgeranno sul Lungomare Falcomatà a partire dal prossimo 29 luglio.

L'assessora alla Attività Produttive Irene Calabrò ha rimarcato "il lavoro puntuale d'eccellenza delle Associazioni promotrici" ricordando che "questo, ormai, è divenuto un appuntamento fisso, non solo cittadino, che ci si augura di poter storicizzare anche a livello amministrativo; un motivo in più per far conquistare all'iniziativa una location prestigiosa sul Lungomare. Ciò grazie al riconoscimento, ormai nazionale, ottenuto dal Festival che è sempre più espressione di soggetti con una forte caratterizzazione culturale e non solo imprenditoriale".

"Non a caso - ha aggiunto l'Assessora Calabrò - il progetto ha vinto un bando regionale con ottimi punteggi e vede co-protagonisti realtà istituzionali (come il Parco d'Aspromonte, il Comune di Cosoleto e di Reggio Calabria) affiancate da Associazioni da sempre impegnate sul territorio oltre che la significativa presenza di minoranze presenti in città, come quella georgiana, con le quali è nata una virtuosa e proficua collaborazione che caratterizza in senso inclusivo ed accogliente lo Xenia Book Fair.

Un Festival che, per la tipologia diversificata della sua offerta, si caratterizza come complesso e completo; sarà dunque uno "specchio" positivo per Chi parteciperà, da protagonista, perché chi vive direttamente e dall'interno un'esperienza positiva la rifletterà così anche all'esterno".

Il delegato comunale ai grandi eventi Mario Cardia ha espresso grande compiacimento e soddisfazione per il sostegno ad un'iniziativa che arricchisce e conferisce prestigio al programma dell'Estate reggina.

"Un festival che sarà ospitato sul Lungomare Falcomatà - ha spiegato Cardia - con un programma molto vario caratterizzato, in più giorni, da appuntamenti significativi di letteratura e musica grazie al contributo fondamentale di Associazioni culturali locali ed internazionali che renderanno ancora più autorevole un evento destinato a divenire riferimento di settore a livello nazionale".

Domenico Polito di Leonida Edizioni ha presentato dettagliatamente l'intero Programma facendo emergere, soprattutto, le importanti sinergie culturali con la Georgia, tradottesi fattivamente in un lavoro letterario antologico che vede protagonisti quattro autori locali e quattro georgiani tradotti per la prima volta rispettivamente nelle due lingue. "La prima fiera nazionale del libro all'aperto - ha rimarcato Polito - per un evento che non ha precedenti in città".

I temi dell'accoglienza e del bello sono declinati da personalità non solo di grande spessore culturale ma che esprimono anche valori universali.

Il maestro Andrea Calabrese, sia nel ruolo di Direttore Artistico del festival che in quello di Direttore d'orchestra dell'evento lirico-sinfonico di chiusura, ha infine descritto "il profilo delle varie giornate soffermandosi sui due eventi musicali che chiuderanno il Festival: quello della "Rhegium Jazz Orchestra", presentato direttamente dal referente Marco Suraci, e la rappresentazione della brillante e vivace "Gianni Schicchi", Opera in un atto di Giacomo Puccini, Regia di Mario de Carlo, Orchestra del Teatro Cilea, che vedrà protagonisti qualificati artisti nazionali ed internazionali.

Calabrese ha anche rivolto un appello alle sensibilità culturali e musicali istituzionali affinchè si renda "stabile", finalmente, l'Orchestra del Cilea; messaggio immediatamente accolto dagli assessori Cardia e Calabrò che hanno voluto condividere questa opportunità considerandola in linea con gli obiettivi dell'Amministrazione.

Dal 29 luglio al primo agosto, quindi, Reggio diventerà palcoscenico culturale privilegiato di una delle più significative iniziative dell'Estate reggina.