Reggio Calabria
 

Lazzaro, intitolato il complesso sportivo comunale a Bruno Attinà

"La Giunta comunale, nella seduta di martedì 22 giugno, ha deliberato all'unanimità di intitolare al dottore e già sindaco Bruno Attinà il complesso sportivo di Lazzaro sito in via Nicola Trussardi".

A comunicarlo è il sindaco Giovanni Verduci che, sostenuto dall'intera Amministrazione comunale, - si legge in una nota - "ha ritenuto così di soddisfare il desiderio dell'intera comunità mottese rendendo omaggio ad un grande uomo, un padre premuroso, un medico attento e sensibile, un politico illuminato e impegnato nel sociale".

"Ho avuto l'onore – aggiunge il primo cittadino – di fare parte dell'Amministrazione guidata dal dottore Attinà con il ruolo di vicesindaco. È stato un privilegio lavorare al suo fianco ed un'esperienza che mi ha umanamente arricchito. Da sempre impegnato nel sociale, Bruno Attinà oltre ad essere stato il primo a diventare sindaco con il sistema dell'elezione diretta nel 1994, è stato fondatore del Centro Reggino di Solidarietà, presidente dell'Associazione italiana assistenza agli spastici, presidente regionale del sindacato dei medici condotti, parte attiva nell'associazione Italia-URSS e promotore di numerosi progetti volti ad incentivare il progresso culturale e civile di Motta San Giovanni, coinvolgendo i giovani in simbiosi con gli anziani".

"È stata – continua Verduci – una persona ironica, buona e giusta. Sempre attento alle esigenze della collettività ha incarnato benissimo la figura del medico di famiglia, del medico-amico. Ha lottato accanto ai minatori contro la silicosi, si è impegnato in campo politico e medico riuscendo ad ottenere per loro il giusto riconoscimento alle sofferenze patite in miniera".

"Legare per sempre al suo nome il complesso sportivo di via Trussardi – chiarisce quindi il sindaco - con il polivalente coperto, il campo di calcio a 5 scoperto, la tribuna e tutta l'area circostante è la giusta conclusione di un percorso iniziato proprio dal dottore Bruno Attinà. È stato lui, infatti, ad essere stato il primo promotore del progetto di un campo polivalente a Lazzaro. Come medico prima e sindaco dopo, ha sempre creduto che lo sport fosse uno strumento di integrazione e coesione sociale e che il polivalente, oltre ad essere importante come opera pubblica e luogo di sport, potesse essere occasione di crescita per ragazze e ragazzi, futuri cittadini. Oggi, grazie all'impegno di questa Amministrazione comunale e di altrettanti uomini di sport, la struttura, assegnata in gestione alla Polisportiva Futura, è unanimemente riconosciuta come il fiore all'occhiello dell'impiantistica sportiva regionale".

"Nei prossimi giorni – conclude Giovanni Verduci – invieremo alla Prefettura tutta la documentazione per come previsto dalla normativa di riferimento, aspettando di poter organizzare, con tutta la comunità, una importante cerimonia d'intitolazione".