Reggio Calabria ricorda Massimo Mazzetto: il Comitato insieme al Comune per realizzare un nuovo monumento in bronzo dedicato al giovane cestista scomparso nel 1986

Il nome di Massimo Mazzetto continuerà ad essere scolpito per sempre nella storia di Reggio Calabria. Un monumento in bronzo, un'opera d'arte realizzata da un'artista di Padova, città di nascita del giovane cestista prematuramente scomparso a Reggio Calabria nel giugno del 1986, continuerà a ricordare la sua figura, unendo simbolicamente le due città e costituendo un esempio anche per i giovani che non hanno conosciuto Massimo.

Il sindaco Giuseppe Falcomatà, insieme all'Assessora Rosanna Scopelliti, ha ricevuto oggi a Palazzo San Giorgio, una delegazione del neonato Comitato Massimo Mazzetto, nato all'indomani del vile atto vandalico perpetrato ai danni della stele dedicata a Mazzetto, e costituito dal fratello Andrea Mazzetto, da Michela Pagnin, in rappresentanza della comunità di Padova, e da Gaetano Gebbia, altra straordinaria bandiera della storia neroarancio.

L'idea condivisa, coordinata anche grazie al lavoro dell'Assessora allo Sport del Comune di Reggio Calabria Giuggi Palmenta, è quindi quella di realizzare una raccolta fondi pubblica, coinvolgendo il mondo del basket reggino e nazionale, e l'intero circuito sportivo, per realizzare una straordinaria opera d'arte, in bronzo, in memoria del giovane cestista. Un progetto che si pone anche l'obiettivo di portare la figura dei Massimo Mazzetto nelle scuole, per far si che la sua figura sia conosciuta anche dai più giovani.

Il progetto, condiviso dal neonato Comitato e dal Comune di Reggio Calabria, sarà presentato nelle prossime settimane.

Creato Lunedì, 10 Maggio 2021 18:40