Reggio Calabria
 

Asp Reggio Calabria, l’associazione ‘Sportello del Consumatore’: “Revocare bando su concorso di assistente amministrativo solo per titoli”

"In questi giorni sono arrivate, a questa Associazione, numerose segnalazioni da parte dei cittadini dopo la pubblicazione della delibera in oggetto, recante 'Avviso Pubblico, per soli titoli, per incarico a tempo determinato di Assistente Amministrativo cat. C e Collaboratore Amministrativo Professionale cat. D'. Il suddetto bando, in un primo momento, lascia basito il lettore, se solo si pensa che già in data 14/11/2020 con deliberazione n. 901, la stessa ASP aveva pubblicato un identico bando di concorso per le figure ricercate. Solo successivamente, leggendo il corpo di quest'ultimo si riesce a capire che 'rilevata l'urgenza di reperire personale', che 'per la mancanza di uno specifico sistema informatico adeguato a gestire un numero rilevante di domande' e che 'preso atto che il numero delle istanze presentate in riferimento alle due suddette procedure concorsuali è superiore alle 10.000 domande per il concorso di assistente amministrativo a pari a circa 4.000 istanze per il concorso di collaboratore amministrativo' e infine 'che per lo stato emergenziale per la diffusione del Covid 19 non è possibile effettuare in sicurezza le preselezioni con test attitudinali', si è ben pensato di indire un nuovo ed identico bando ma solo per titoli, senza lo svolgimento di alcun concorso.

"A nostro modesto avviso, e a quanto pare anche di parecchi cittadini che hanno preso parte al primo bando, le motivazioni sopra citate non possono essere determinati alla indizione di un nuovo bando di concorso che non preveda alcun esame preselettivo e addirittura l'annullamento del precedente. Fa anche sorridere il fatto che, a differenza dal primo avviso indetto, in quest'ultimo, per la partecipazione, venga chiesto il pagamento di una somma di denaro. Si fa ancora presente che qualora si fosse voluto risolvere in maniera celere il problema della mancanza di personale all'interno dell'ASP a tempo determinato ci si sarebbe potuti rivolgere ad un'agenzia interinale del lavoro. Pertanto, con la presente, questa Associazione chiede la revoca della delibera n. 434 del 28/04/2021 e l'espletamento della deliberazione n. 901 del 14/11/2020".

E' quanto si legge in una nota dell'associazione 'Sportello del Consumatore'.