Incontro degli Studenti ITT Panella Vallauri di Reggio Calabria con il Maestro Natino Chirico

Gli studenti della classe 5 AG, sezione Grafica e Comunicazione dell'ITT Panella Vallauri di Reggio Calabria, hanno partecipato all'evento "La Scuola incontra l'Arte - Dialogo con il Maestro Natino Chirico", artista reggino di fama internazionale, autore raffinato di opere ricche di emozioni formali e cromatiche. L'incontro, promosso dal Dirigente Scolastico prof.ssa Anna Nucera, rientra tra le attività culturali che l'Istituzione scolastica persegue con attenzione e cura nei confronti dei discenti.

Le attività di docenza si stanno svolgendo in parte nella forma prevista con la didattica a distanza garantendo la continuità del processo formativo e dinamiche nuove nel processo di apprendimento. La modalità telematica ha consentito l'incontro con il Maestro Chirico in collegamento da Roma, che con molta gentilezza ha colto l'invito della Dirigente esprimendo al tempo stesso la gioia di poter interloquire con i giovani studenti della sua amata Reggio.

L'incontro si è svolto con il saluto della Dirigente prof.ssa Anna Nucera, la presentazione dell'attività artistica a cura della prof.ssa Donatella Cimino che ha illustrato anche le doti umane dell'artista, dedito da sempre all'amore per l'arte pittorica e la presenza dei docenti Stefano Bottari, Anna Gioffrè, Concetta Anna Leone, Caterina Morano e Manuela Turano che ha curato la trasmissione delle interviste, video e mostre dell'artista durante l'incontro. Le opere del Maestro, varie per contenuti ed espressioni estetiche, sono ricche di colori che esaltano forme che ricordano i protagonisti della cinematografia mondiale, quali Charlie Chaplin, Federico Fellini ed omaggi al mondo della settima arte con ritratti di attori, conosciuti per le loro magistrali interpretazioni.

La particolare attenzione degli allievi verso queste opere ha fatto scaturire un dialogo sul mondo cinematografico e la trasposizione artistica di icone riconosciute a livello mondiale con gli studenti Francesca Fumante, Emanuele Praticò e Carmelo Zampaglione, incuriositi degli effetti grafico cromatici delle rappresentazioni pittoriche. L'attenzione del Maestro è anche rivolta alla letteratura, citiamo ad esempio il quadro delle silhouette di Don Chisciotte e lo scudiero Sancho Panza di Miguel De Cervantes; allo sport con la suggestiva immagine dei ciclisti Bartali e Coppi, le cui figure tratteggiate con il colore nero campeggiano su un vivace sfondo giallo colti nell'attimo del famoso passaggio della bottiglia d'acqua. Nel commentare e sottolineare il valore della solidarietà in campo sportivo come nella vita quotidiana, il maestro ha ricordato gli anni giovanili che lo hanno visto tra i protagonisti della squadra di Basket Viola di Reggio Calabria.

Anche la storia dell'arte fa parte delle passioni dell'autore che ha più volte messo al centro delle sue opere l'immagine del Tuffatore, citazione della pittura conservata al Museo Nazionale di Paestum, sottolineata dalla riflessione che Padre Bartolomeo Sorge ha espresso sul tema: "Natino Chirico ama l'arte, è artista, e, quel che conta, ha un messaggio forte da trasmettere. In particolare, nella sua vasta produzione artistica, colpisce la frequenza con cui torna sul tema del Tuffatore, dei tuffatori. Sta proprio qui il suo messaggio. La sua arte è un tuffo. Un invito a tutti a tuffarsi con coraggio nella vita, nel lavoro, nell'impegno per gli altri."

Gli studenti Jennifer Trezza e Joel Pellicanò hanno rispettivamente chiesto l'aspetto emozionale del momento creativo, le eventuali difficoltà incontrate nel corso dell'attività professionale ed una riflessione su come superare un certo analfabetismo culturale ed artistico nel mondo contemporaneo, "L'atto creativo scaturisce dalla dedizione, dal sacrificio e dalla gioia, è un atto d'amore." afferma l'artista, "Ognuno deve poter esprimere la propria creatività, senza condizionamenti esterni che potrebbero frenare l'entusiasmo delle scelte giovanili ed inclinazioni artistiche. Bisogna operare con coerenza, trasmettendo sempre messaggi di positività" consiglia il Maestro che ha intrapreso la coraggiosa scelta di vivere d'arte, dipingendo, seguendo l'estro e la passione. "Il ruolo della scuola è fondamentale per arricchire di cultura, sensibilità operativa e rispetto per il prossimo, le giovani generazioni, protagoniste del corso socio-culturale contemporaneo" ha affermato il maestro ricordando con affetto i suoi insegnanti, entusiasti e giovani docenti del Liceo Artistico di Reggio, provenienti dalla Campania e dalla Sicilia.

Siamo grati al Maestro Natino Chirico per la sua cortesia e disponibilità, l'incontro è stato emozionante e ricco di riflessioni. L'Artista, soffermandosi sugli aspetti della vita reale e la passione per l'arte, ha dialogato amabilmente con gli studenti, rispondendo alle loro domande, scaturite dalla visione sia di interviste sia dall'analisi delle opere pittoriche, domande rivolte per approfondire il tratto stilistico dell'autore, ma soprattutto per comprendere il pathos che lo guida nel momento creativo.

Creato Giovedì, 25 Febbraio 2021 08:25