Reggio Calabria
 

Elezioni Metropolitane, Falcomatà presenta le liste del centrosinistra

elezioni-metropolitane-listeVerranno allestiti tre seggi per consentire uno svolgimento più sereno e soprattutto più sicuro delle prossime elezioni metropolitane. Le novità le ha annunciate, questa mattina in conferenza stampa, il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà dopo un confronto col ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, e successivamente alle raccomandazioni della Prefettura e del Comitato tecnico scientifico nazionale sull'emergenza Covid. "I seggi di Locri e Palmi - ha detto il sindaco - si aggiungeranno a quello di Reggio, così da ridurre al massimo gli spostamenti per i circa mille elettori, fra gli amministratori locali, chiamati al voto domenica prossima. Fermo restando eventuali novità legislative, entro metà settimana avremo la certezza sull'apertura o meno delle urne, la cui sicurezza sarà comunque garantita dagli agenti della Polizia metropolitana e dagli uomini delle forze di polizia locale dei singoli Comuni".

"Il voto - ha spiegato Falcomatà - è fondamentale per dare vigore ad un Ente costretto a procedere col freno a mano tirato e per garantire efficienza, servizi e risposte alle comunità dei 97 Comuni che formano la Città metropolitana. Non possiamo permetterci ulteriori ritardi e spero davvero si possa procedere senza ulteriori intoppi".

Sul fronte strettamente politico, il sindaco Giuseppe Falcomatà, accompagnato dai rappresentanti delle due liste, Massimiliano Merenda e Carmelo Romeo, ha presentato le formazioni che rappresenteranno il centrosinistra: S'intesi metropolitana e Democratici insieme per Reggio Città metropolitana.

"Si tratta - ha continuato l'inquilino di Palazzo Alvaro - di due compagni che uniscono, da un lato, l'impegno della società civile e, dall'altro, lo schieramento tradizionale dei partiti politici. Un mix di novità ed esperienza che rappresenta un contributo fondamentale per la crescita ed il rilancio del territorio".

Il sindaco si è poi soffermato sul percorso ad ostacoli, conclusosi con l'accoglimento del ricorso da parte del Tribunale amministrativo, che ha visto la lista S'intesi dapprima esclusa e poi riammessa alla tornata elettorale: "S'intesi ha dovuto affrontare un ricorso che ci saremmo risparmiati se la legge fosse stata applicata invece che interpretata. Il Tar ha accolto entrambi i motivi di ricorso e ringrazio il professore avvocato Manganaro e gli avvocati Vizzari e Parisi che hanno egregiamente tradotto, in un atto eccellente e in una discussione altrettanto eccellente, quelli che erano i motivi delle nostre lamentele. E se è una gioia poter constatare come sia stata ristabilita la legge, non possiamo però evitare di sottolineare il rammarico per una circostanza che ha colpito il buon nome della città finito sui principali siti di giustizia amministrativa sia per la vicenda in sè che per il brillante esito del ricorso".

Ecco i candidati delle due liste di centrosinistra:

14 candidati nella lista Democratici: Giuseppe Marino, Giuseppe Francesco detto Peppe Sera, Domenico Mantegna, Rossella Scopacasa, Giuseppe Ranuccio, Filippo Quartuccio, Giovanni Latella, Alessandra Serra, Antonino Zimbalatti, Carmela Lentini, Francesca Stillittano, Antonino Crea, Eleonora Macheda, Deborah Novarro. Per S'intesi metropolitana i candidati in lista sono 10: Domenico Mallamaci, Carmelo Versace, Domenica Vitale, Armando Neri, Giuseppe Giordano, Fiorentino detto Fiore Rigano', Salvatore Fuda, Katiuscia Iannizzi, Francesca Curulli, Roberta Borrello.