Reggio Calabria
 

Brogli elettorali a Reggio, il 12 maggio udienza al TAR per il ricorso di “Nuova Italia Unita”

"Ormai è acclarato dalle indagini della magistratura e dai fermi: non si tratta esclusivamente di voci o supposizioni "complottistiche", ma le recenti elezioni amministrative di Reggio Calabria sono state chiaramente manipolate. Alla luce dei fatti di cronaca e del quadro sconcertante che ne è emerso, Nuova Italia Unita ha voluto far sentire la propria voce: nei giorni scorsi è stato quindi depositato un ricorso al TAR della Calabria (ex art. 130 cod. proc. amm.) contro il Sindaco e il Comune di Reggio per impugnare e chiedere l'invalidazione della proclamazione degli eletti. Il ricorso è stato iscritto e l'udienza pubblica fissata per il prossimo 12 maggio". È quanto si legge in un comunicato stampa.

"Nel pieno rispetto della magistratura ordinaria e di quella amministrativa, certi che sapranno fare il proprio corso, gli organi del movimento hanno però voluto (al di fuori dei tanti proclami e dei numerosi appelli altre sigle politiche in queste settimane, tutti fatti a "favore di stampa" ma privi di concretezza fattuale) dare spazio a quei tanti cittadini che si sono sentiti defraudati dei propri diritti. Due sono quindi gli aspetti su cui occorre ora porre l'attenzione" c'è scritto ancora.

"Innanzitutto - sottolinea il coordinatore N.I.U. della Calabria Luigi Catalano - l'aspetto etico di coloro che si sono proposti a rappresentare i cittadini, sbandierando i temi della legalità, della trasparenza e della giustizia; al di là della responsabilità penali ed individuali, a Reggio questi principi sono venuti meno e occorre una "cura" immediata, un "vaccino" che dimostri che l'etica pubblica in città è alta e viva".

"Riteniamo quindi - prosegue Catalano - che, per sceverare il campo da ogni dubbio, legittimità e perplessità sulle loro scelte e decisioni future, tutti gli eletti si dimettano, senza nascondersi dietro ai "tempi della giustizia". Un'amministrazione falsata e non legittima non può rimanere a governare e N.I.U. lo ricorderà al Sindaco per ogni altro giorno in cui continuerà a rimanere in carica".

Quindi è importante che si individuino, prontamente, partecipazioni attive di cittadini per svolgere e vigilare con attenzione sulle prossime elezioni: "In ambito locale riteniamo infatti necessaria la definizione di una nuova piattaforma partecipativa, condivisa tra tutte le forze politiche, sia quelle rappresentate in Consiglio Comunale sia quelle non presenti in questa versione falsata - precisa Massimiliano Panero, segretario nazionale di N.I.U. - in modo da poter dar corso, magari anche contestualmente alle prossime Elezioni Regionali, ad un vero e serio rinnovo del Sindaco e del Consiglio Comunale di Reggio. Nuova Italia Unita va avanti con il TAR della Calabria, in ogni momento però il sig. Falcomatà può dimostrare la sua piena estraneità ai fatti, la sua tanto sbandierata serietà, la sua correttezza e il senso di stato e di comunità civica".