Motta San Giovanni (RC), l’assessore Domenico Infortuna promuove la raccolta differenziata e annuncia controlli accurati

"È necessario ridurre le quantità dei rifiuti indifferenziati che destiniamo allo smaltimento e aumentare, nella quantità e nella qualità, i rifiuti differenziati che mettiamo nel circuito del riciclo. Solo in questo modo potremo migliorare il nostro ambiente, rispettare il decoro urbano e rendere meno gravoso economicamente per tutti il servizio raccolta rifiuti".

A dichiararlo è l'assessore all'Ambiente, Domenico Infortuna, a conclusione di una riunione di Giunta comunale durante la quale si sono affrontati anche temi ambientali.

"Nell'ultimo mese – continua l'assessore – abbiamo registrato una flessione della percentuale di rifiuti differenziati e la stessa ditta che garantisce il servizio ha rappresentato alcune criticità che interessano specifiche zone del nostro territorio. Inoltre, sempre gli operatori del settore, hanno evidenziato che le attività commerciali, in particolare quelle dedite alla ristorazione, potrebbero prestare una maggiore attenzione e differenziare meglio".

"Ovviamente – aggiunge Infortuna – il periodo che stiamo attraversando è molto particolare e difficoltoso a causa dell'emergenza Coronavirus che, oltre a condizionare in negativo il lavoro di tutti, alimenta incertezze e preoccupazioni. Tuttavia non possiamo e non dobbiamo pregiudicare l'amore per il prossimo e per il nostro territorio, dimostrando di rispettare le regole e noi stessi".

"I report pubblicati dall'Arpacal – ricorda il delegato all'Ambiente – certificano che la percentuale di raccolta differenziata sta aumentando ogni anno e questo grazie ad interventi mirati che sotto la guida del sindaco Giovanni Verduci abbiamo già realizzato. A tal proposito, nelle prossime settimane renderemo operative anche le tre ecostazioni che abbiamo già posizionato a Motta, Lazzaro e Serro Valanidi per la raccolta del vetro e della plastica. Possiamo già soddisfare eventuali nuove richieste di mastelli e già da lunedì cominceranno i controlli, selettivi e non generalizzati, dei materiali conferiti nei mastelli per verificare l'effettiva compatibilità del rifiuto con la scelta del contenitore, così come saranno verificati i rifiuti abbandonati al fine di assumere informazioni per identificare il colpevole ed emettere la relativa sanzione. Inoltre, ribadendo che non saranno più ritirati i sacchi neri ma solo trasparenti, sono stati disposti controlli sull'abbandono dei rifiuti e sulle microdiscariche attraverso l'uso di fototrappole e videosorveglianza".

"Il nostro territorio – conclude Domenico Infortuna – merita di essere rispettato e tutelato da tutti. Ognuno di noi può, con azioni e scelte sostenibili, contribuire a migliorare l'ambiente in cui vive e lavora".

Creato Venerdì, 15 Gennaio 2021 17:26