Reggio Calabria
 

Reggio, la UIL diserterà il tavolo tecnico con la Città metropolitana. La spiegazione del sindacato in una lettera al sindaco Falcomatà

La segreteria territoriale della Uil, attraverso una lettera inviata al sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà da Simone Nicola e Princi Stefano, annuncia che l'organizzazione sindacale non parteciperà ad un tavolo tecnico con l'ente.

Di seguito la missiva integrale, attraverso la quale spiegano le motivazioni del gesto:

Il Sindaco della città Metropolitana con nota prot.n. 79131 del 1.12.2020 ha convocato le Organizzazioni Sindacali di categoria e la RSU per domani 3 c.m. alfine, a suo dire, di "consentire l'avvio di un percorso costruttivo..." attraverso la costituzione di un apposito tavolo tecnico. Questa Segreteria Territoriale non condivide e stigmatizza il comportamento posto in essere da parte del Sindaco della Città Metropolitana il quale prescindendo dal formale rispetto delle procedure che sovrintendono la convocazione del suddetto tavolo, si ricorda improvvisamente dopo molto tempo che le OO.SS.e la RSU avevano richiesto un incontro "per pervenire in tempi celeri alla risoluzione delle urgenti problematiche esposte", guarda caso a ridosso della manifestazione indetta da CGIL, CISL e UIL Confederali per sabato 5 dicembre.

Il Primo cittadino disattende un incontro con le Confederazioni che riguarda il degrado e l'abbandono amministrativo di una intera popolazione provinciale, glissa su problematiche cruciali e strategiche che riguardano la vita di circa 600 mila abitanti, per convocare i sindacati di categoria su temi si importanti che riguardano i lavoratori della Metro City che, comunque impallidiscono di fronte al marasma ed all'abbandono in cui versa l'intera provincia. Il modus operandi del sindaco Falcomatà che non rispecchia un atteggiamento corretto nei confronti del sindacato è da considerarsi una sorta di caduta di stile, un marchiano tentativo di dividere il fronte sindacale in prossimità di una manifestazione che porrà proprio l'accento sulla insipienza e la mancanza di visione politica nell'amministrare virtuosamente la citta di Reggio e l'intera Provincia.

Tali comportamenti sono soltanto da biasimare e vanno ascritti ad un vecchio modo di sentire e praticare la politica caratterizzato da artifizi e giochi di prestigio, inconcludenti e controproducenti che rendono ancora più difficoltose le relazioni sindacali. La UIL FPL ricorda, ancora una volta, che giorno 5 dicembre è stato indetto, da parte delle Confederazioni sindacali Uil- Cgil e Cisl, nel rispetto delle misure di sicurezza anti COVID 19' un sit-in di protesta unitario, con l'intento di manifestare avverso le criticità legate al mondo del lavoro e le problematiche che riguardano la Città' Metropolitana che nel tempo hanno generato una situazione di estrema drammaticità per il tessuto produttivo e sociale di questa provincia. A tale proposito essendo chiaro il tentativo di sminuire detta manifestazione attraverso un comportamento ai limiti della decenza politica che mal si coniuga con i proclami e le enunciazioni di vicinanza e rispetto del mondo del lavoro e delle rispettive rappresentanze la Uil FPL non parteciperà al tavolo di giorno 3 dicembre e invita il Sindaco a posticipare l'incontro di che trattasi a dopo del 5 dicembre c.a..