Reggio Calabria
 

Rifiuti, Brunetti: “Al via pulizia totale e controlli. Chiediamo scusa ai reggini, in un mese risolveremo emergenza”

falcomata brunetti"Ripuliremo la città e in un mese risolveremo definitivamente il problema". Così, in una diretta facebook, l'assessore comunale all'Ambiente, Paolo Brunetti, che insieme al sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ha fatto il punto sull'emergenza rifiuti in città.

L'esponente della giunta, dopo aver incontrato l'assessore regionale del settore, Sergio De Caprio, ha annunciato che "è stato garantito per ulteriori tre mesi il conferimento dei rifiuti in Puglia, aumentando anche il quantitativo di trasferenza". Inoltre, "l'impianto di Sambatello" tornerà a regime, con "il doppio del conferimento di ieri". Quindi, una capacità di raccolta giornaliera di 250 tonnellate. "Questo ci permetterà di ripulire la città". Non tutto in una volta, però. Tra micro e macrodiscariche e differenziata davanti ai portoni, si stima che vi siano circa "4-5mila tonnellate di rifiuti a terra" in città. Ecco perché, servirà "un mese per risolvere definitivamente il problema", ha spiegato l'assessore all'Ambiente.

Verrà data priorità alle aree più problematiche come Archi Cep, Pietrastorta, Terreti e Rione Marconi, dove interverrà una seconda ditta, che affiancherà l'Avr. La società titolare della raccolta dei rifiuti invece si occuperà "di una raccolta a tappeto e capillare su tutto il territorio".

Non solo pulizia, ma anche controlli per arginare i trasgressori: "Tolleranza zero. Ci sarà un controllo capillare della polizia municipale sul territorio per evitare la creazione di altre microdiscariche".

"L'amministrazione comunale ha chiesto scusa ai nostri concittadini; non perché siamo i diretti responsabili, ma perché - ha aggiunto Brunetti - viviamo la città e ci mortifica vederla così. Non siamo rimasti a guardare".