Reggio Calabria
 

‘Emergenza sanità’, i Comuni dell’area Grecanica: “Pieno sostegno alla manifestazione dei sindacati”

'Emergenza sanità', i Comuni dell'Area Grecanica: "Pieno sostegno alla manifestazione dei sindacati"
"Da sempre impegnati nella lotta per la conquista dei diritti essenziali, I comuni dell'Area Grecanica, nello svolgimento delle loro funzioni in materia sanitaria, hanno sempre espresso forti riserve ed esplicite critiche nei confronti delle gestioni commissariali avvicendatesi nel corso degli ultimi dieci anni nel settore della Sanità calabrese.
La lotta costante, condotta dai Primi Cittadini grecanici per il raggiungimento dei Livelli Essenziali di Assistenza, è stata portata avanti anche attraverso atti formali (continue comunicazioni formali e diffide legali).

"Ormai con cadenza settimanale, cittadini ed Istituzioni di questo nostro territorio sono costretti a registrare un ulteriore depauperamento del "Tiberio Evoli" e della Medicina territoriale, ultimo, in ordine di tempo, sembrerebbe il laboratorio di analisi del nosocomio melitese, che , come si conviene per un ospedale di Area Vasta, ha servito, ad oggi, un considerevole numero di utenti all'interno ed all'esterno della struttura ospedaliera, garantendo prestazioni di altissima qualità su esami di primo e secondo livello, e che, venendo a mancare, comporterebbe gravi e ulteriori disagi ad un bacino di utenza già fortemente provato.
Per tali ragioni, pur non avendo avuto la possibilità di organizzare per tempo la partecipazione fisica, essendo venuti a conoscenza dell'odierna iniziativa solo in data 2 luglio, quando ormai i comuni facenti parte della Scrivente Associazione avevano già fissato la convocazione dei Consigli Comunali per l'Approvazione dei rendiconti di gestione dell'anno 2019, si ritiene opportuno esternare pieno sostegno e partecipazione morale all'iniziativa di CGIL, CISL e UIL che hanno ritenuto necessario ed urgente chiamare alla mobilitazione cittadini e istituzioni per mettere in primo piano e con assoluta fermezza la questione del diritto alla salute".

E' quanto si legge una nota dell'associazione dei Comuni dell'Area Grecanica.