Reggio Calabria
 

Casa Circondariale di Palmi, il Sinappe denuncia: "Poliziotti penitenziari aggrediti durante il servizio"

Il coordinatore regionale del Sinappe Fabio Viglianti, - si legge in una nota -  ancora una volta ha l'obbligo di informare circa l'ennesima aggressione ad opera di un detenuto, nei confronti di poliiotti penitenziari durante l'espletamento del loro servizio.

Lo spiacevole evento si è verificato lo scorso venerdì 1° giugno (ma la notizia è trapelata solo nella mattina odierna), presso la Casa circondariale di Palmi, dove un detenuto di origine italiana, dopo aver fruito della cd. "ora d'aria", si rifiutava di rientrare dal cortile passeggi per futili motivi.

Il poliziotto in servizio, unitamente ai superiori giunti in supporto, dopo aver cercato di calmare e riportare alla ragione il detenuto, invitandolo a rientrare presso la propria camera di pernotto, all'ennesimo rifiuto dello stesso, sono stati costretti ad intervenire.

Durante questa fase, il detenuto ha dato in escandescenza, e la sua ira si è abbattuta rabbiosa sui poliziotti.

Nonostante ciò l'operazione è stata portata a termine, ma mentre i due ispettori e l'assistente capo intervenuti hanno riportato solo lievi escoriazioni, il Sovrintendente capo ha avuto la peggio e trasportato presso il locale Pronto Soccorso, è stato sottoposto ad urgente intervento chirurgico a causa della rottura del capo distale bicipite omerale sinistro.

Questa Organizzazione sindacale intende esprimere la massima solidarietà ed un sincero augurio di pronta guarigione al personale di polizia penitenziaria coinvolto nella triste vicenda, in modo particolare al Sovrintendente capo che ha avuto la peggio.