Fronte del Palco
 

Enzo Colacino commuove e diverte a Catanzaro

Enzo Colacino lo aveva detto: voglio ricambiare l'affetto che mi hanno dimostrato i miei amici ed i tanti catanzaresi che mi sono stati vicini nei difficili momenti che ho vissuto, regalando loro una serata all'insegna dell'allegria e del buonumore. E per mettere in atto il suo proposito Colacino, espressione dell'anima più pura e genuina di Catanzaro, ha scelto il giorno di San Vitaliano, santo patrono di una città che il tempo ha trasformato in peggio, facendole perdere i suoi valori più autentici. I cittadini hanno risposto con entusiasmo ed affetto all'appello dell'attore catanzarese, assiepando piazza Duomo e tributando a Colacino, autore di una grande performance, una quantità inverosimile di applausi. Tra i più divertiti ed entusiasti l'arcivescovo metropolita mons. Vincenzo Bertolone. Alla fine Colacino, che ha citato più volte Achille Curcio declamando alcune sue poesie, è apparso commosso. "Siete la mia migliore medicina", ha detto rivolto al pubblico con la voce rotta dall'emozione.