Fronte del Palco
 

“Roseto Jazz Festival”: domani arriva il sassofonista americano Jesse Davis

Inaugurato ieri dal carismatico cantautore norvegese Terje Nordgarden, che accompagnandosi con la sua inseparabile chitarra acustica e con un bel set di effetti costruiti intorno ad una loop station ha coinvolto il numeroso pubblico accorso da ogni parte della costa nella magnifica cornice scenografica di Piazza del Guiscardo, STASERA (giovedì 5 agosto) alle ore 22 il "Roseto Jazz Festival" proseguirà con una seconda serata di altissimo livello, rivolta a tutti gli amanti del Nu Jazz, miscelato con l'hip hop e la musica d'autore.

Sul palco allestito nel caratteristico borgo medievale di Roseto Capo Spulico, salirà, infatti, il giovanissimo e carismatico cantante DAVIDE SHORTY, appena reduce dal grande successo dell'edizione 2021 del Festival di Sanremo, in cui si è aggiudicato il secondo posto tra le nuove proposte di Sanremo Giovani con il brano "Regina", grazie al quale ha ricevuto anche i prestigiosi premi "Dalla" (assegnato dalla Sala Stampa), "Jannacci" (conferito dal Nuovo IMAIE) e "Lunezia" (per il miglior testo).

Cantautore, rapper e producer capace di far convivere la sua inconfondibile voce soul con sonorità innovative e melodie contaminate da jazz e rap, Davide Shorty, unanimemente considerato uno dei più talentuosi e originali artisti della scena Nu Soul italiana, vanta numerosi dischi all'attivo, con alcuni tra i gruppi più interessanti del panorama musicale italiano.

Partito da Palermo, arriva al successo dopo infinite collaborazioni grazie alla partecipazione a X Factor, trasmissione televisiva che lo porta ad esibirsi sui palchi di tutta Italia, parallelamente alle prestigiose collaborazioni con artisti del calibro di Robert Glasper, Jordan Rakei e Mr Jukes (Bombay Bicycle Club).
In occasione della tappa rosetana del suo tour, Shorty sarà accompagnato dalla Straniero Band – composta da Emanuele Triglia al basso, Claudio Guarcello alle tastiere e Davide Savarese alla batteria – e per l'occasione presenterà al pubblico del PJF il suo nuovo, splendido, album: "Fusion".

Dopo questo concerto di grande appeal per tutti gli amanti del Soul ma anche per i tanti giovani in vacanza sulla costa ionica, il "Roseto Jazz Festival" – evento fortemente voluto dal sindaco dell'importante località turistica dello Ionio cosentino Rosanna Mazzia, dal presidente del Consiglio Comunale Vanessa Franco e da tutta l'amministrazione comunale rosetana e inserito nel circuito turistico culturale del XX Peperoncino Jazz Festival – si concluderà DOMANI (venerdì 6 agosto), sempre in Piazza Il Guiscardo e come sempre alle ore 22, con un concerto internazionale che gode del prestigioso patrocinio del Consolato degli Stati Uniti d'America e che vedrà sul palco il portentoso altosassofonista americano JESSE DAVIS.

Nato musicalmente seguendo la tradizione della famiglia Marsalis e di altri musicisti jazz di Crescent City, è considerato come uno dei più importanti esponenti del jazz contemporaneo di New Orleans (premiato come miglior musicista di jazz nel 1989 durante il Downbeat Music Fest in Philadelphia).
Altrettanto influenzato da Charlie Parker, Cannonball Adderley e Sonny Stitt, Jesse Davis, che è stato sideman di artisti quali Chico Hamilton, Roy Hargrove, Tana-Reid e Wynton Marsalis, stupisce e delizia il pubblico grazie alla sua tecnica impeccabile e alla sua inclinazione naturale al blues.

Con lui sul palco, saliranno gli HAMMOND GROOVERS, gruppo formato da tre tra i più richiesti e talentuosi jazzisti italiani: il chitarrista Daniele Cordisco (vincitore del premio Massimo Urbani e sicuramente uno dei chitarristi più interessanti degli ultimi anni sulla scena nazionale), il contrabbassista materano Giuseppe Venezia (musicista molto versatile e vero virtuoso dello strumento, vanta collaborazioni con Greg Hutchinson, Johnatan Blake, Jerry Bergonzi ed è direttore artistico del Basilijazz) e il batterista napoletano Elio Coppola, che si sta facendo strada, anche come leader, nel panorama jazz internazionale, accompagnando leggende come Joey De Francesco, Benny Golson e Peter Bernstein.

Come il concerto di ieri di Terje Nordgarden, anche i concerti di Davide Shorty e Jesse Davis saranno ad ingresso libero (fino a esaurimento dei posti disponibili) e si svolgeranno in assoluta sicurezza, con garanzia di distanziamento, uso obbligatorio dei dispositivi di protezione personale e nel rispetto di tutte le norme di contenimento del Covid 19 (motivo per cui è altamente consigliabile la prenotazione telefonando al numero 0981/1870909 o inviando una mail a: booking.rosetocapospulico.info).

Conclusa la parentesi rosetana, il festival organizzato dall'associazione Picanto e diretto da Sergio Gimigliano proseguirà poi nella vicina Trebisacce, la cui Piazza Matteotti dall'8 al 10 agosto prossimi sarà scenario delle tre tappe all'insegna dell'evento "Enotria Jazz Fest" (delle quali saranno di scena, rispettivamente, Gianluca Guidi, la splendida cantante eritrea Helen Tesfazghi ed Eric Daniel, sassofonista americano dalle mille collaborazioni importanti, che per l'occasione duetterà con il duo In Milonga).

Anche nel caso delle tappe in quel di Trebisacce i concerti saranno ad ingresso libero e, pertanto, è assolutamente consigliato prenotare il proprio posto telefonando al numero 329/0281718 o scrivendo una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Prima di inondare musicalmente, nella seconda metà di agosto, il Tirreno cosentino (con numerose e interessantissime tappe nel territorio compreso tra San Nicola Arcella e Cetraro, di cui saranno protagonisti, tra gli altri, Geoff Westley, Mafalda Minnozzi & Paul Ricci, Jerald Cannon, Horacio "el negro" Hernandez, Lauren Henderson ecc.) dopo essere passati da San Marco Argentano (dove sarà di scena Ada Montellanico), e di concludersi con la ricchissima settimana in programma a Castrovillari (cittadina molto vivace dal punto di vista culturale, tanto che si caratterizza all'insegna del prestigioso brand "Città Festival") dal 30 agosto al 5 settembre, il XX Peperoncino Jazz Festival dall'11 al 14 agosto attraverserà alcuni splendidi borghi del Parco Nazionale del Pollino (Laino Borgo, Mormanno, Civita e Plataci), facendo esibire in scenari di grande fascino artisti del calibro di David Supnik, Peppe Voltarelli, Sagi Rei e il duo composto da Cataldo Perri e Carmine Abate.

Il XX PJF – evento presentato a valere sull'avviso pubblico relativo ai Grandi Eventi Internazionali della Regione Calabria, realizzato con il contributo del Ministero della Cultura, con i prestigiosi patrocini istituzionali del Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di 20 amministrazioni comunali, del Consolato Generale degli Stati Uniti d'America, della Reale Ambasciata di Norvegia (oltre a quelli di associazioni quali FAI, Touring Club Italiano, F.I.S. Calabria e Slow Food Riviera dei Cedri), sostenuto da numerosi ed importanti Sponsor privati (tra cui Gas Pollino, Pollino Gestione Impianti, Minerva Resort Spa, Gelateria Capani, Nuovo Imaie e Ottica Di Lernia) e prestigiosi Media Partner (su tutti, Jazzit, Il Quotidiano del Sud L'Eco dello Ionio e Viaggiart) – anche quest'anno, dunque, in un mese e mezzo di programmazione toccherà ben 20 località calabresi e senza dubbio, tappa dopo tappa, ancora una volta si confermerà come uno dei più importanti eventi culturali e turistici dell'estate calabrese, nonché come uno dei festival jazz più caratteristici d'Italia.