Cosenza
 

A Fiumefreddo Bruzio il Piccolo Festival della Microfinanza

"Con la testa e con il cuore. Così nasce il Piccolo Festival della Microfinanza, con la consapevolezza che adesso è il momento di progettare un'economia più giusta e inclusiva e qui, nell'Italia del dopo Covid, è il luogo per farlo, in un borgo della Calabria dove la microfinanza può produrre un pieno impatto in termini di progresso materiale e immateriale". Con queste parole Katia Stancato, ideatrice e portavoce del Piccolo Festival della Microfinanza, lancia l'iniziativa promossa dall'Istituto di Studi e Ricerche Sociali Ermanno Gorrieri che si svolgerà dal 22 al 24 ottobre a Fiumefreddo Bruzio, nella sala consiliare, e che si potrà seguire in diretta streaming sui canali digitali.

Realizzata nell'ambito dell'European Microfinance Day con il supporto di main partner autorevoli come l'Ente Nazionale per la Microfinanza - ENM, la Fondazione Carical e la BCC Mediocrati, e selezionata tra gli eventi di qualità del Mese dell'Educazione Finanziaria del Comitato Edufin, la manifestazione è alla sua prima edizione, ma già chiama a raccolta tante e diverse voci autorevoli in materia tra cui Mario Baccini, presidente dell'Ente Nazionale per il Microcredito e Fabrizio Barca, coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità. Ci saranno, inoltre, Piercamillo Falasca dello staff del Ministro per il Sud e la Coesione, il professor Domenico Cersosimo dell'Università della Calabria e la professoressa Annarita Trotta dell'Università Magna Grecia di Catanzaro oltre a Bruno Cassola di ICCREA Banca, Benigno Imbriano di Permicro, Andrea Pastore della Fondazione di Comunità Salernitana e Giorgia Falco della MAG delle Calabrie.

Tre le giornate, ciascuna con un focus e un orientamento principale a partire dalla divulgazione tematica con una scuola rivolta proprio a chi, grazie al microcredito, può sperare di cambiare la vita economica propria e delle comunità in cui opera. "Il capitale umano deve essere valorizzato attraverso l'opportunità e il lavoro - ha dichiarato a tal proposito il Presidente dell'Ente Nazionale per il Microcredito, Mario Baccini, illustrando le ragioni del sostegno - la Microfinanza attraverso i suoi strumenti crea le condizioni per raggiungere obiettivi, per sostenere l'individuo e allo stesso tempo per generare economia per il territorio. Il Piccolo Festival della Microfinanza promuove tutte le attività in linea con la nostra mission istituzionale e amplifica il messaggio di quella finanza etica che è fondamentale per la nostra economia".

Due, invece, gli interventi chiave della prima sessione del 23 ottobre coordinata da Emma Evangelista, capo Ufficio Stampa ENM. Ad approfondire l'impatto della Microfinanza e ad immaginare come l'economia può cambiare per un pieno coinvolgimento di persone e comunità saranno oltre a Baccini, lo stesso Barca che sulla partecipazione al Piccolo Festival ha dichiarato: "invertire lo spopolamento aprendo i luoghi della nostra Italia rugosa ai flussi dell'innovazione. Si può fare, oggi più di ieri. Se la distribuzione ineguale della ricchezza non si erge a ostacolo. Vengo a Fiumefreddo Bruzio per condividere le vostre idee su come superare questo ostacolo. Perché chi ha idee possa realizzarle".